....BRESCIA E LA MUSICA....

 

COMPLESSI DI MUSICA CLASSICA

 

BOVEZZO. Orchestra 'Giovanni Gabrieli'. Costituita nel 1977 ha sede presso la Scuola Media di Bovezzo.
Fonti: Enc. Bs.; 87.

BRENO. Filarmonica Brenese.
Fonti: Enc. Bs. in 'Laini Pietro'.

BRENO (?). Quintetto ‘Simply Brass’. Gruppo di ottoni.

Fonti: v. GB del 10.X.2011 p. 32.

BRENO-PIANCAMUNO. Complesso Filarmonico Lombardo. Costituito nel 1975 e composto dalle bande di Piancamuno e Breno e dalla Corale 'Vallecamonica'. Cofondatore: Soardi Luigi.
Fonti: Enc. Bs. in 'Soardi Luigi'.

BRESCIA. Ensemble strumentale 'L'Isola'. Direttore Tomaso Ziliani.
Fonti: INTERNET.

BRESCIA. Ensemble d’archi 'Luca Marenzio'.
Fonti: GB 25.II.2012

BRESCIA. Orchestra dell'Amicizia. Sorta a Brescia nel 1977 per iniziativa di Giovanni Battista Cagiada. Composta da ca. venti strumentisti dilettanti l'orchestra cessò l'attività nel 1986.
Fonti: Enc. Bs.; 87; v. 'Cagiada Giovanni Battista' in 'musici'.

BRESCIA. Orchestra 'Madras Symphony'. Costituita da un gruppo di compositori e arrangiatori che oltre ad eseguire brani di musica contemporanea propongono brani di musica antica attingendo a testi della cultura dell'anno 1000, celtica ed aramaica. Recapito: Erbavoglio - via Cavour, 34 - Brescia.
Fonti: 87.

BRESCIA. Accordance Guitar Ensemble. Gruppo chitarristico costituito nel 2009 dal chitarrista bresciano Alessandro Bono.

BRESCIA. Arcana Ensemble. Gruppo di musica da camera l'Arcana Ensemble nasce nel 1993. E' formato da giovani strumentisti e compositori (tra i quali Mauro Montalbetti, che ne è direttore artistico), con la finalità di eseguire musica del '900. Il repertorio spazia quindi dal '900 storico ai giorni nostri, con particolare attenzione alla musica contemporanea. L'Arcana ha al suo attivo numerosi concerti, esperienze multimediali presso gallerie d'arte ed un'incisione discografica del brano "Riti di passaggio", scritto dal compositore bresciano Antonio Giacometti appositamente per il gruppo, presso la casa milanese Rusty Records. Il gruppo, diretto da Rossano Pinelli è formato da Sabrina Piscialli flauto, Claudia Verdelocco oboe, Barbara Bellotti clarinetto, Denis Salvini corno, Francesca Tirale arpa, Cristina Lodolo marimba, Ettore S.Tedesco vibrafono, Alberto Martinelli violino, Claudio Minelli viola, Doriana Magri violoncello, Gabriele Moraschi pianoforte e Maiguali da L. Mattei soprano. Via Biseo 41 - Brescia
Fonti: Catt.

BRESCIA. Artemisia Ensemble. L' 'Artemisia Ensemble' è un gruppo strumentale che nasce nell'anno 2000 all'interno del Conservatorio di Musica "Luca Marenzio" di Brescia. L'organico, variabile in base alle esigenze artistiche e musicali, è composto da giovani musicisti, vincitori di concorsi nazionali e internazionali, che svolgono parallelamente attività concertistiche come solisti e collaborano a vario titolo con diversi gruppi da camera e orchestre (Orchestra Sinfonica di Brescia, Orchestra "I Pomeriggi Musicali", Orchestra Giovanile Italiana, Orchestra "700 in Musica", "Milano Classica", etc.). Il repertorio finora eseguito dall'ensemble spazia dal Barocco al Novecento, con una sempre attenta considerazione della prassi esecutiva delle diverse epoche; particolare attenzione è rivolta anche alle opere di raro ascolto, tanto che gli è stata affidata la prima esecuzione assoluta di lavori contemporanei, e a musiche di compositori originari della nostra città.  Negli ultimi due anni l' "Artemisia Ensemble" ha tenuto oltre trenta concerti in Italia, Germania e Francia, collaborando con importanti istituzioni ("Coro Misto" e "Coro di Voci Bianche" del Conservatorio di Musica "Luca Marenzio" di Brescia, "Il Concerto delle Dame", Museo di Santa Giulia", "Fondazione CAB2, Association des Concerts "Saint-Barthèlèmy", Rotary International, Associazione Culturale "Artaria", etc.), suscitando ogni volta l'entusiasmo sia del pubblico che della critica; è stato invitato a suonare in importanti festivals europei.  Direttore stabile di "Artemisia Ensemble", nelle sue più ampie formazioni, è il Maestro Silvio Baracco. Dell'Artemisia Ensemble fa parte l'"Artemisia Tango Quartet" formato da Jessica Gnecchi (flauto traverso), Barbara Altobello (violino), Claudio Bonometti (pianoforte) e Nicola Barbieri (contrabbasso) referente del gruppo Via Isonzo 26 - Manerbio - Tel. 339.5749389-339.5695114 - Artemisiaensemble@katamail.it
Fonti: Catt.

BRESCIA. Brescia Orchestra. Compagine musicale della Fondazione 'Provincia di Brescia Eventi' diretta da Ezio Rojatti (consulente musicale della Provincia di Brescia).
Fonti: v. GB del 8.X.2011; A. Mazzoni, Un settore ricco di iniziative. Orchestre a Brescia, in BM, n. 127 (febbraio, 2012), p. 4.

BRESCIA. Brixia Symphony Orchestra. Direttore Giovanna Sorbi.
Fonti: v. Associazione Sinergica in 'Associazioni'; INTERNET.

BRESCIA. Complesso Cameristico Bresciano. E' una formazione di strumentisti impegnati in una intensa attività musicale come solisti e come componenti di diversi gruppi strumentali. Dalla consuetudine dei rapporti è derivata la scelta di unirsi in formazione dal "duo" al "quintetto" per approfondire la letteratura dal '600 ai contemporanei. Ha all'attivo numerosi concerti tenuti per importanti associazioni musicali, riscuotendo apprezzamenti di pubblico e critica. Svolge un'intensa attività nel settore della scuola. Componenti: Filippo Lama violino, Carlo Perucchetti violino, Oliviero Ferri viola, Paolo Parucchetti violoncello, Silvia Bertletti pianoforte.
Fonti: Catt.; Enc. Bs. in ‘Quartetto di Brescia’ (C. Perucchetti-Silvio Maggioni-Luca Rianieri-Mauro Rovetta).

BRESCIA. 'Dedalo Ensemble'. Gruppo cameristico fondato a Brescia negli anni 1980-1990 da Cima Daniela e Pasotti Elena. Direttore nel 2011 Vittorio Parisi - Vill. Prealpino Trav. X n.°25 - 25136 Brescia - www.dedaloensemble.it - e-mail: info@dedalo ensemble.it - Nato a Brescia nel 1991, "Dedalo Ensemble" riunisce interpreti che hanno al loro attivo una qualificata esperienza sia come solisti sia in gruppi da camera e orchestre sinfoniche. Il repertorio comprende i compositori contemporanei più significativi e lo spiccato interesse per la musica del nostro secolo ha generato proficue collaborazioni con strutture specializzate: la "Union Nationale des Compositeurs" e la "Sociètè Française de Musique contemporaine", la "Fondazione Romano Romanini" di Brescia, il "Premio Ancona", le associazioni "Musica attuale" di Bologna, il "Coretto" di Bari, "Nuova Consonanza" di Roma, "Schreyahner Herbst" di Uelzen, ecc.  Il gruppo ha registrato per Edipan e Rugginenti e ue esecuzioni sono state trasmesse dalle emittenti RAI Radio Tre, Radio France, Radio Austriaca ORF.
Fonti: Catt.; Enc. Bs. in 'orchestra' p. 76a.

BRESCIA. Orchestra del Teatro Grande. Orchestra stabile rifondata nel 1957; direttore Ottavio Ziino.

BRESCIA. Duo pianistico Mario e Lydia Conter. Fondato a Brescia nel 1949. Con la moglie Lydia Conter Saottini (pianista, concertista, ha studiato con A. Fano e Antonio Russolo a Milano, e con Isidoro Capitanio e Franco Margola a Brescia) formò il Duo Conter che ebbe vita nell'anno 1949. Il Duo ha suonato nelle maggiori città italiane e straniere in qualità di solisti e con importanti complessi sinfonici italiani e stranieri, ovunque con entusiastici consensi. Riportiamo qualche recensione da vari giornali: «Onore grandissimo ai due interpreti pianistici, un duo di perfetta concordanza in tutto, che hanno assorbito spiritualmente questa complessa splendente e poetica composizione ... » (La Notte, 1 9 IV 1960); «Il loro ritorno ha confermato, nella giovanile coppia, le alte qualità di tecnica, di entusiasmo e soprattutto di stile. Un grande successo vibrante,» (Corriere della sera, 19 V 1960). «Lydia e Mario Conter costituiscono una coppia affiatatissima e notevole per lo sforzo verso il raggiungimento, attraverso un reciproco lavoro di lima, di un ideale parallelo esecutivo e interpretativo felicemente caratterizzato da una casta finezza discorsiva e saldamente poggiata su una più seria preparazione. Vivissimi gli applausi» (L'Avanti, 27 1 1963). «Ma ciò che più sorprende nel Duo Conter è che la tecnicità non è mai fine a se stessa, messa com'è, da questi due impareggiabili artisti del pianoforte, alla base di un senso interpretativo che scava nel profondo dei testi, portandone in piena luce lo spirito dei rispettivi autori, facendoceli quindi sentire e trasmettendoceli nel modo che essi compositori vollero, secondo la loro ispirazione, il loro gusto, il loro sentimento, il loro genio. Ed è qui, appunto, che il Duo si distingue e - a nostro modesto parere - eccelle: restare col rigore negli schemi delle pagine scritte e, al tempo stesso, uscirne per offrire di queste stesse pagine, agli ascoltatori, la sostanza viva, creativa, sofferta o goduta e, insomma, intimamente spirituale. E ciò, si capisce, non è impresa per tutti... Naturalmente gli applausi sono stati insistenti e ammirati per tutto il concerto» (Gazzetta di Parma, 27 V 1964). «Con la collaborazione del bravissimo Duo pianistico Lydia e Mario Conter è stato eseguito il Concerto in re minore di Francis Poulenc: una specie di bizzaria pianistica, gioiosa, con impasti ricercati, con piccoli sfoghi melodici condotti alla francese, con omaggi mozartiani che hanno interessato e divertito il pubblico. Tutto è stato messo perfettamente a fuoco e i pianisti hanno dovuto concedere un bis: il terzo tempo della Sonata per due pianoforti dello stesso Poulenc, di chiaro sapore strawinskiano. Successo vivissimo» (Il Messaggero, 10 VII 1965). E si potrebbe continuare a lungo ad enumerare i consensi di critica e di pubblico; concludiamo con altri successi: Festival Internazionale musicale di Villa Olmo (1960). Festival musicale di Bruxelles per il XX° della Fondazione della Gioventù musicale (1960). Tournée italiana con il complesso Società Bach di Anversa con tutti i concerti di Bach per pianoforte e orchestra (1961). Concerti in unione con le orchestre sinfoniche della Rai-Tv di Roma, Milano, Torino, eseguendo i concerti di Martinu, Ghedini, Poulenc, Bartok, Saint-Saens, Bach (1962-64). Negli anni 1965-68 il duo Conter ha dato concerti in Francia, Spagna, Belgio, Jugoslavia, Cecoslovacchia, sempre con vivo successo. Nel 1971 una tournée in Australia, Argentina e Brasile, in varie città delle singole nazioni. Nel 1973 tournée in America del Sud riportando nuovi successi.
Fonti: B. in 'Conter Mario'; Enc. Bs. in 'complessi'; Enc. Bs. in 'Duo musicali'.

BRESCIA. Duo pianistico Franco Braga e Piero Zanoni. Fondato a Brescia nel 1952.
Fonti: Enc. Bs. in 'complessi'; Enc. Bs. in 'Duo musicali'.

BRESCIA. Duo G. Gorini e S. Lorenzi. Fondato a Brescia nel 1945.
Fonti: Enc. Bs. in 'Duo musicali'.

BRESCIA. Duo Cingano e Mariottini.
Fonti: Enc. Bs. in 'Duo musicali'.

BRESCIA. Duo Virginio Brun (violino) e Sandro Fuga (pianoforte). Fondato a Brescia nel 1941.
Fonti: Enc. Bs. in 'Duo musicali'.

BRESCIA. Duo E. Mainardi (violino) e C. Zecchi (pianoforte). Fondato a Brescia nel 1946.
Fonti: Enc. Bs. in 'Duo musicali'.

BRESCIA. Duo Vittoria e Italo Acchiappati.
Fonti: Enc. Bs. in 'Duo musicali'.

BRESCIA. Duo 'Artemisia'. Costituito da Maria Chiossi (arpa) e Alice Iegri (violino).

BRESCIA. Duo Sabrina Pisciali (flauto), Gregorio Artunghi (chitarra).
Costituitosi nel 1991, è formato da due musicisti italiani entrambi diplomatisi al conservatorio di Brescia rispettivamente sotto la guida di Simona Valsecchi e Gianluigi Fia, ogni componente ha inoltre partecipato a corsi di perfezionamento con le maggiori personalità del concertismo internazionale: G. Baker, M. Larrieu, P. Gallois, G.P. Pretto, P.L. Graf, S. Grondona, R. Samuelli, O. Ghiglia, A. Ponce. Nato sull’intesa di una profonda e reciproca stima musicale il Duo si è imposto in numerosi concorsi nazionali e internazionali classificandosi sempre ai primi posti (Ancona, Voghera, Mondovì, Stresa, Nova Milanese, Lodi, Riviera della Versilia ecc.) risultando inoltre il vincitore assoluto delle audizioni nazionali di Genova e Ferrara (per l’attribuzione di concerti). IL Duo ha frequentato (attraverso un lungo periodo di studio) i corsi di musica da camera del maestro Janos Balint in Italia (Rovigo) e in Ungheria (Budapest e conservatorio di Vesprem) e si è esibito in numerose rassegne cameristiche di rilievo (Genova, Bergamo, Brescia,  Busto Arsizio, Cuneo, Padova….). Il repertorio che solitamente viene proposto dall’ensemble è vastissimo e comprende importanti opere del repertorio originale con particolare interesse alla musica moderna e contemporanea; diversi compositori gli hanno dedicato loro opere (Juan Baladan Gadea, Marco Nodari, Ramon Silles, Mauro Montalbetti, Antonio Giacometti). Sabrina Pisciali e Gregorio Artunghi hanno registrato in prima assoluta (in due CD) l’opera per flauto e chitarra del compositore Franco Margola (tali incisioni sono state favorevolmente accolte anche dalle principali riviste specializzate italiane: “Seicorde”, “Falaut”, “Guitart”).
Fonti: Catt.

BRESCIA. Ensemble 'Caronte'. Gruppo cameristico fondato e diretto nel 1987 da Elena Trovato. Vi ha collaborato Luca Tessadrelli come direttore e compositore. Curriculum aggiornato al sito www.gruppocaronte.info
Fonti: Enc. Bs. in 'orchestra' p. 76a.

BRESCIA. Ensemble 'Nuovi spazi sonori'. Gruppo cameristico fondato negli anni 1980-1990 e coordinato da Marcella Mandanici.
Fonti: Enc. Bs. in 'orchestra' p. 76a.

BRESCIA. Ensemble strumentale di Brescia.
Fonti: 72 p. 98.

BRESCIA. Ensemble 'Bard'. Complesso Musicale creato recentemente in seno all'associazione Culturale "Bard" nata per promuovere la cultura in tutti i suoi aspetti. Il Bard Ensemble è composto da musicisti diplomati presso il Conservatorio in flauto, clarinetto, oboe, fagotto, organo, clavicembalo e pianoforte. Nel Giugno 2001 l'Ensemble di Fiati "Bard" ha tenuto un concerto in occasione del 2° Premio di Poesia "La Leonessa" presso l'Auditorium San Barnaba con musiche di Phalese, Mozart, Bozza, Francaix, Cavadini e Dvorak con al flauto Valentina Mantovani, all'oboe Enrico Gaia, al fagotto Luigi Muscio ed al clarinetto Gianluca Beltrami.
Fonti: Catt.

BRESCIA. Ensemble Brixia Musicalis. Componenti: Elisa Citterio ed Elena Telò ai violini, Sara Bennici al violoncello, Michele Carreca alla tiorba, Omar Lonati al contrabbasso e Michele Barchi al cembalo. v. 'Settimana di Musica Barocca'
Fonti: Catt.

BRESCIA. Ensemble 'Concentus Antiquae Musicae'. Gruppo bresciano di musica antica formato da: Stefano Lonati, Elisa Bestetti, Maura Zoni, Cesare Maffei (violini); Nicola Perini (viola); Paolo Beschi, Valentina Ponzoni (violoncelli); Davide Nava (contrabbasso); Michele Barchi (clavicembalo); Piestro Corna (oboe).
Fonti: Catt.

BRESCIA. Complesso strumentale ‘Cameristi Lombardi’. Complesso fondato da Mario Conter nel 1970-1971 con il violinista Mario Sorlini (1920-1973) e il violoncellista Marco Perini ed il violinista Giorgio Bar, ha tenuto molti concerti in importanti sedi italiane e ottenuto un grandissimo successo in tournées in Svizzera, Belgio, Francia, Lussemburgo, Spagna, Jugoslavia, Grecia, Turchia, Giappone, Hong Kong; ha suonato per radio e TV partecipando a numerosi Festival internazionali oltre che alle Settimane Barocche di Brescia. Nel Novembre 1990 “I Cameristi Lombardi” hanno compiuto una fortunatissima tournée in URSS, nelle sale più famose quali la Sala Grande del Conservatorio di Mosca, la Sala Ciajkovskij di Mosca, la Sala della Filarmonica di San Pietroburgo, di Riga e di Tbilisi (solisti Mario Brunello e Giuliano Carmignola). Nel 1995 il Complesso ha ottenuto un clamoroso successo di pubblico e di critica a New York in tre sale fra le più prestigiose degli USA e cioè: Kaufmann Concert Hall, Metropolitan Museum, Carnegie Hall (solista Sergio Azzolini). Altri grandi successi recenti de “I Cameristi Lombardi”: a Torino per “Settembre Musica”, a Pavia per l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università e a Milano per le Serate Musicali nella Sala Verdi del Conservatorio e nella Basilica di S. Marco (solista Cecilia Gasdia nello “Stabat Mater” di L Boccherini). “I Cameristi Lombardi” hanno concluso con un concerto esaltato dalla stampa romana, nel 1992, la stagione concertistica dell’Accademia Nazionale di “S. Cecilia” nella Sala della Conciliazione. I Cameristi Lombardi sono presenti nel calendario del Teatro alla Scala. I 'Cameristi Lombardi' sono stati diretti anche occasionalmente da Umberto Benedetti Michelangeli.
Fonti: Catt.; Enc. Bs.; Enc. Bs. in 'orchestra' p. 76a;72 p. 96.

BRESCIA. Complesso strumentale della Settimana Barocca.
Fonti: Enc. Bs. in 'Settimana Barocca' (v. 'Manifestazioni musicali').

BRESCIA. Ensemble 'L'Aure Vezzose'. L'Ensemble l'Aure Vezzose è nato da un lavoro di studio e ricerca sulle compositrice attive tra i secoli XVI e XVIII, le cui opere sono poco conosciute e valorizzate. le musiciste dell'ensemble, specializzate nell' esecuzione del repertorio antico con strumenti originali, collaborano e sono membri di diverse formazioni, quali l'Ensemble "P. e B. Dusi", la Cappella Musicale di San Petronio, l'Ensemble "Philidor" e l'Ensemble "L'Archicembalo". Per il particolare interesse di questa proposta il gruppo è stato invitato in rassegne di musica antica in Italia ed Olanda. Componenti attivi nel 1993: Patrizia Vaccari soprano, Elena Contin flauto a becco, Anna Compagnoni tiorba e liuto, Claudia Franceschini cembalo.
Fonti: Catt.

BRESCIA. Ensemble 'Gli ottoni di Brescia'. Costituito nel 1998, con l'intento di far rivivere le composizioni del passato in cui gli ottoni avevano un ruolo importante. Tutti i componenti del gruppo (Aldo Bardelloni, tromba; Gerard Colombo, tromba; Marzia Tonoli, corno francese; Luigi Duina , trombone; Alberto Tondi, basso tuba) hanno collaborato e collaborano con le principali orchestre sinfoniche italiane e straniere (Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, Orchestra del Teatro la Fenice di Venezia, Arena di Verona, Orchestre de Radio France…). Gli Ottoni di Brescia hanno tenuto numerosi concerti, sia nella provincia bresciana che al di fuori, in particolare accanto al "Coro Lirico Città di Brescia" e nell'ambito della stagione cameristica 1998/99 della Fondazione Orchestra Guido Cantelli di Milano. Sono stati inoltre invitati a partecipare al Festival "Luca Marenzio" 1999 con alcune trascrizioni di madrigali effettuate da Gerard Colombo, tratti dal "primo libro dè madrigali a cinque voci" del compositore bresciano, riscontrando il consenso della critica.L'ultimo lavoro a cui l'ensemble strumentale si sta dedicando si basa sul progetto di riportare all'interesse degli ascoltatori le opere di Andrea e Giovanni Gabrieli utilizzando trascrizioni, eseguite da Alberto Bardelloni, in cui ad un gruppo di 8 ottoni, spesso suddivisi in 2 cori contrapposti, viene accostato l'organo. Questi ampi sforzi hanno condotto ad un concerto tenuto nella "Basilica Polironiana" di San Benedetto Po (MN) applaudito dal pubblico e dalla critica. Il repertorio del gruppo spazia comunque dal Rinascimento ai giorni nostri, sia con opere originali, sia con trascrizioni.
Fonti: Catt.; www.ottonidibrescia.it

BRESCIA. Gruppo di musica antica ‘Paride e Bernardo Dusi’. Il gruppo di musica antica "Paride e Bernardo Dusi" è un'insieme strumentale conosciuto sia in città che sul territorio nazionale, ambiti dove in questi ultimi anni si è più volte esibito riportando numerosi consensi sia di pubblico che di critica. Il gruppo ha già superato gli undici anni di attività concertistica. Si è infatti costituito nel 1974 nel clima culturale del Centro Giovanile Bresciano di Educazione Musicale "Gioietta Paoli Padova" diretto da Giovanni Ligasacchi. Nato, oltre che dal piacere di suonare insieme, dall'esigenza di individuare una propria strada nell'ambito dell'interpretazione musicale, il gruppo ha trovato forza di coesione in questi anni nel serio lavoro dei suoi componenti, tesi verso il raggiungimento di un intendimento comune: l'individuazione di una propria identità mediante la specializzazione esecutiva della musica di un determinato periodo storico. Il gruppo Dusi circoscrive la sua indagine interpretativa quasi esclusivamente alla musica strumentale del rinascimento e del primo barocco, con interesse maggiore nei confronti di quella italiana e con particolare attenzione alla produzione musicale della scuola veneta e della sua area di influenza. È soprattutto verso questo ambito, nel quale si colloca la letteratura musicale rinascimentale e primo-barocca bresciana, che il gruppo ha rivolto il suo interesse filologico. A testimonianza di que-sto particolare interesse, che ha sempre contraddistinto l'attività del Dusi, basterebbe ricordare le numerose esecuzioni, in città e in provincia, di alcune composizioni dei maggiori musicisti della scuola bresciana del '500 e del '600. È sulle partiture di musicisti quali Biagio Marini, Florentio Maschera, Cesario Gussago, Pietro Lappi, Luca Marenzio, Costanza Antegnati e molti altri che il complesso ha sviluppato i suoi approcci con la musica antica. Il Dusi, figlio del suo tempo, non è rimasto indifferente al fenomeno culturale che ha visto in Italia, negli ultimi 15-20 anni, la riscoperta della musica medioevale, rinascimentale e barocca. Nonostante la musica antica presenti notevoli problematiche dal punto di vista della prassi esecutiva, questo non le ha impedito di divenire, dal dopo guerra ad oggi, uno dei generi musicali più attuali e più studiati a livello europeo. Anche nel nostro paese, infatti, come si diceva più sopra, da almeno quindici anni tutta la musica dal medioevo a Bach e Haendel è divenuta oggetto di largo interesse culturale, soprattutto da parte dei giovani. Sono sorti quindi, finalmente anche da noi, insiemi strumentali specializzati nell'esecuzione di questa musica che, come già in Inghilterra, in Olanda, in Germania e in Francia, si servono di copie di strumenti antichi o, in alcuni rari casi, di veri strumenti d'epoca. Il Dusi, tra i gruppi italiani di musica antica, è senz'altro tra quelli che possono vantare uno strumentario tra i più omogenei e completi: da circa sette anni, infatti, utilizza copie di strumenti a fiato dei secoli XVI e XVII. Cornetti e tromboni rinascimentali, trombe barocche, flauti diritti rinascimentali, cromorni, un fagotto (per altro originale del secolo XVIII) e percussioni varie, hanno offerto la possibilità di affrontare il repertorio con quella correttezza filologica nei timbri e nella sonorità che solamente copie ben costruite di strumenti dell'epoca, in mancanza di quelli originali, possono offrire. In questi ultimi anni il Dusi è riuscito a farsi conoscere sul territorio nazionale, dove ha avuto modo di essere più volte ascoltato, esibendosi in alcune località italiane quali: Cremona, Pavia, Torino, Venezia, Bologna, Pistoia, Todi, Ischia, Prato, L'Aquila, Palermo, Milano e altri centri ancora, suonando da solo o sotto la guida di alcuni tra i più autorevoli interpreti di musica antica, sia italiani che stranieri. Nel settembre ed ottobre scorso ha partecipato a due manifestazioni musicali importanti, organizzate dalla Biennale Musica di Venezia prima e dalla Fabbriceria di S. Petronio a Bologna poi, per commemorare i musicisti Andrea e Giovanni Gabrieli. Ma è soprattutto in Brescia e nella sua provincia che il Dusi costruisce lentamente la sua storia e la sua esperienza musicale. Inizialmente era costituito da un quartetto di tromboni moderni. Questa compagine strumentale, dopo aver ottenuto il battesimo del pubblico durante un primo concerto tenutosi presso la Chiesa Parrocchiale di S. Bernardo in Costa Lunga, nell'aprile del 1975, ebbe modo di esibirsi in alcuni concerti tenutisi in località di provincia, quali Verolanuova, Nave, oltre che al Teatro Ponchielli di Cremona. In seguito si aggiunsero gradualmente quattro esecutori di tromba moderna, l'inserimento dei quali diede l'opportunità di affrontare un repertorio più vasto e maggiormente qualificante sotto il profilo artistico. Con questo organico il Dusi realizzò parecchi concerti, un po' ovunque, in provincia ed in alcune chiese bresciane, quali la chiesa di Santa Maria del Carmine, la chiesa di S. Giuseppe, la chiesa di S. Clemente, il Duomo Vecchio, i Chiostri della Chiesa del Carmine di S. Giovanni Evangelista e di S. Francesco d'Assisi. La scelta di passare dall'uso di strumenti moderni alle copie di fiati antichi (cornetti e tromboni, attualmente utilizzati) fu dettata da una ragione fondamentale: il repertorio si era ormai indirizzato quasi esclusivamente verso la musica dei secoli XVI e XVII e il gruppo avvertiva l'esigenza di una esecuzione filologicamente più corretta. In questa evoluzione ha avuto un'influenza determinante la partecipazione ai vari corsi di perfezionamento sulla prassi esecutiva della musica antica (corsi tenuti da esperti nella materia, quali il trombettista Edward H. Tarr, il cornettista Bruce Dichey, il trombonista Charles Toet, the London Early Music Group diretto dal liutista James Tyler) che hanno profondamente giovato allo sviluppo tecnico ed hanno contribuito a rafforzare ulteriormente nel gruppo uno spirito di unione e di omogeneità esecutiva. L'organico nel 1977 era costituito da 4 trombe: Domenico Corradi, Ugo Orlandi, Ermanno Frialdi, Ennio Esti e 4 tromboni: Matteo Verzicco, Sergio Negretti, Roberto Bottini, Piero Andreoli. Componenti del gruppo nel 1980 anche Paolo Beltrami, Fiorenzo Gitti, Claudio Mandonico, Gianmario Ottolini, Alberto Pezzagno, Mariolina Pigoli, Carlo Turra, Matteo Verzicco (1980).
Fonti: Enc. Bs.; 72 p. 97; 87.

BRESCIA. Gruppo 'Scherzo armonico'. Gruppo vocale e strumentale fondato e diretto da Luca Tessadrelli nel 1999.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Gruppo ‘Phoenix’. Nato nel 1991 ca. è composto da Claudio Lorandi, Sergio Lorandi, Emilio Rossi, Bruno Peli, Silvano Silva.
Fonti: 80.

BRESCIA. Gruppo fisarmonicistico ‘Leonessa’. Fondato nel 1968 dal maestro Luigi Savoldi, nel 1969 ottenne il I° Premio al concorso di Marina di Massa e nel 1971 si classificò II al concorso nazionale di Como. Ha cessato l'attività nel 1979.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Orchestra di fisarmoniche. Grande orchestra fondata dal maestro Miglioli Roberto a Brescia negli anni 1940 ca. ed esibitasi in tutta Italia e all'estero; numerosi i dischi incisi per la casa discografica 'Durium'.
Fonti: Enc. Bs. in 'Miglioli Roberto'.

BRESCIA ?. Gruppo Misto Z.C. Nato nel 1953 e composto da: Vittorio Zanelli, Mario Chiesa, Camillo Cinelli.
Fonti: 80.

BRESCIA. Trio 'Hieronimus'. Il trio "Hieronimus, di recente formazione, è composto da musicisti bresciani che hanno al loro attivo esperienze personali in diverse realtà del mondo musicale ed è formato da Laura Cuscito al violino, Giuseppe Miglioli alla viola e Gabriele al violoncello.
Fonti: Catt.

BRESCIA. 'Mistral Trio'. Formato da Brunella Nova al pianoforte, Marialuisa Faroni al flauto e Alessandra Nova al violino.
Fonti: Catt.

BRESCIA. Orchestra sinfonica di Brescia. Nata su iniziativa di Riccardo Frizza.
Fonti: A. Mazzoni, Musica Sinfonica a Brescia, in BM, n. 94 (aprile 2005).

BRESCIA. Orchestra da camera del Festival pianistico internazionale di Brescia e di Bergamo. Sorta nel 1963 con il nome del liutaio Gasparo da Salò per iniziativa di Agostino Orizio, che ne è tuttora il direttore stabile, nel 1964 l'Orchestra è divenuta il complesso da camera ufficiale del Festival "Michelangeli". Parallelamente ha iniziato, sempre sotto la guida di Agostino Orizio una propria attività in campo internazionale che l'ha portata ad esibirsi negli Stati Uniti, in Sudafrica, in Asia e in tutta Europa, nei più grandi teatri e presso le maggiori istituzioni concertistiche, collaborando con solisti di fama mondiale. Tra le sale che l'hanno ospitata: Lincoln Center e Palazzo delle Nazioni Unite di New York, Musikverein di Vienna, Sala Smetana di Praga, Filarmonica di San Pietroburgo, Conservatorio di Mosca, Auditorio Nacional de Madrid, Salle Gaveau di Parigi, Teatro Victoria Eugenia di San Sebastian, Palais de la Musique di Strasburgo, Teatro alla Scala di Milano, e molte altre. Tra i maggiori successi, clamoroso quello riscosso insieme a Rostropovich nella tournée europea che ha toccato i Festival di Lugano, Strasburgo, San Sebastian, Pollença e Madrid - dove i concerti si sono tenuti alla presenza della Regina Sofia di Spagna - Pamplona, Bad Kissingen e Zurigo (Tonhalle). Nell'ambito delle celebrazioni per il Centenario della nascita di Paolo VI l'Orchestra è stata protagonista di tre concerti: al Teatro Grande di Brescia, nell'Aula Paolo VI in Vaticano (22 novembre 1997) durante la solenne commemorazione alla presenza di Giovanni Paolo II, e in Sant'Ambrogio a Milano. Dal giugno del 2001 l'Orchestra è stata anche diretta dal Vice-Direttore artistico del Festival Pier Carlo Orizio. Recentemente è stata ospitata, sempre con vivissimo successo, al Festival di Falsterbo in Svezia, al Festival di Santander in Spagna e all'Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, a Mosca e al Festival di Saint Riquier in Francia.0

Fonti: Catt.; Enc.Bs.; Enc.Bs. in 'orchestra' p. 76; 72 p. 94; I 25 anni dell’orchestra ‘Gasparo da Salò’, in BM, a. II n. 7, aprile 1987.

BRESCIA. Orchestra 'Vox Aurae'. Direttore: M°. Giancarlo De Lorenzo. Gruppo nato nel 1992 e costituito da un organico comprendente archi e basso continuo, l'intento iniziale dell'ensemble è stato quello di focalizzare un repertorio per lo più compreso fra in XVII sec. e la prima metà del XVIII. Sempre del periodo barocco è l'originale riproposizione della Vox Aurae di alcuni concerti per strumenti solisti atipici quali il mandolino, il flauto dolce, l'organo. I due CD registrati nel 1997 che raccolgono le sinfonie complete di F. Durante, unite ad un'antologia delle sue composizioni per clavicembalo, sono stati l'inizio di una proficua collaborazione con la casa discografica "Agorà" di Milano che ha portato a successive incisioni nel segno di un crescente ampliamento del repertorio con composizioni di Mozart, Simon Mayr, Josef Myslivecek, F.L. Gassmann ed anche di compositori quali M.E.Bossi od O. Respighi che pur ponendosi in un contesto tonalmente allargato ed instabile recuperano nella loro scrittura alcuni stilemi barocchi. L'Orchestra "Vox Aurae", ha effettuato numerosissimi concerti in Italia ed all'estero, collaborando con grandi solisti sempre con ampio consenso di pubblico e di critica, con ottime recensioni su giorali specializzati quali CD Classica ed Amadeus.

Fonti: Catt.; Enc.Bs.

 

BRESCIA. Orchestra Giovanile Bresciana. Associazione culturale “orchestra giovanile bresciana”
direttore artistico Davide Pozzali. Il progetto nasce sostenuto da un’idea forte ed innovativa nel panorama musicale bresciano, quella di fondare fin dal suo inizio un’orchestra giovanile che grazie ad un repertorio confezionato in modo sartoriale sui propri musicisti possa così raccogliere al suo interno i piccoli debuttanti e i giovani strumentisti con esperienze e competenze già acquisite. Essere parte dell’orchestra con un ruolo sempre stimolante ed appagante permetterà ai suoi componenti di diventare fruitori e contemporaneamente vettori di conoscenza delle diverse culture, di crescita sociale, di una migliore convivenza e partecipazione alla società civile. L’incoraggiamento verso l’amore per la musica orchestrale (classica e moderna), ovvero l’attività musicale collettiva, sarà rivolto alla crescita intellettuale e allo sviluppo personale dei giovani musicisti che maturando le loro capacità, scoprono e assolvono il proprio compito all’interno di un gruppo dove le geometriche regole della materia (in quanto arte), non impediranno di muoversi in modo fantastico, libero e creativo. Lezioni individuali, musica a piccoli gruppi ed esercitazioni orchestrali permetteranno la nascita dell’orchestra giovanile bresciana che avrà come obiettivo l’esecuzione di concerti pubblici, saggi, e collaborazioni con altre forme d’arte (teatro, canto, pittura).
Fonti: www.orchestragiovanilebresciana.com

BRESCIA. Orchestra Bresciana. Costituitasi nel 1912 da professori di orchestra bresciani con lo scopo di 'polarizzare, a mezzo di concerti a prezzi tenutissimi, la musica sinfonica con maggior diletto nel popolo che non accorrendo ai cinematografi'. Il primo concerto lo tenne nel novembre 1912 con il Werther di Massenet diretto dal maestro R. Romanini. L'orchestra si sciolse nel ?
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA (?). Orchestra da camera 'Amadeus'. Diretta dal maestro F.M. Martini con un repertorio settecentesco.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Orchestra da Camera di Brescia. Fondata nel 1965 da Giancarlo Facchinetti e da altri musicisti, si avale della collaborazione di concertisti e solisti di alto livello, titolari di cattedre presso i conservatori di diverse città lombarde. Ricostituita nel 1986; direttori: Giancarlo Facchinetti, Giancarlo De Lorenzo, Filippo Lama (I violino).
Fonti: Enc.Bs. in 'orchestra' p. 76a; Enc.Bs. p. 77; A. Mazzoni, Un settore ricco di iniziative. Orchestre a Brescia, in BM, n. 127 (febbraio, 2012), p. 4.


BRESCIA. Associazione Orchestra da Camera di Brescia. Nata nei primi anni del 1990 e dal 2007 affidata alla direzione di Filippo Lama.
Fonti: www.orchestradacameradibrescia.com; Ricordando Giulio e Gian Paolo Tonelli. Anno 2012. Concerti Celebrativi. USCI-Brescia, p. 96.

 

BRESCIA. Orchestra (Giovane) da camera italiana. Fondata nel 1987 da Umberto Fanni e Piercarlo Orizio, attiva sino al 1992.
Fonti: Enc.Bs.

BRESCIA. Gruppo musicale ‘Girolamo Frescobaldi’. Venne promosso nel 1952 per iniziativa del prof. Ernesto Meli e di Padre Giustino Carpin, Minore Conventuale. Un atto notarile diede formalmente vita ad una associazione di fatto, stipulata dai soci fondatori, nelle persone dell'avv. Pier Luigi Bossoni, della prof. Giuliana Bonifazi Quilleri e del citato prof. Meli; la sede fu stabilita presso il Convento di S. Francesco d'Assisi in Brescia. Nello Statuto, allegato all'atto, venne precisata come finalità primaria quella di valorizzare la letteratura musicale destinata all'organo e, più in generale, a carattere religioso, vocale e strumentale; venne anche fissato, con l'art. 2, un principio innovatore per l'attività di un ente concertistico nella norma dell'ingresso libero e gratuito per il pubblico, allo scopo di avvicinare il maggior numero di musicofili, ad un genere sostanzialmente specializzato, impostato in senso rigorosamente culturale. Va sottolineato che sino a quell'epoca l'attività musicale bresciana era stata promossa dal Teatro Grande (stagione lirica) e dalla Società dei Concerti di Brescia (musica da camera), cui si era aggiunta, dal 1945, la Società Bresciana dei Concerti Sinfonici S. Cecilia: il Gruppo Frescobaldi costituì, quindi, un tentativo originale rispetto alle precedenti iniziative, quasi esclusivamente rivolte al patrimonio musicale ottocentesco. Nel periodo 1952‑1956 l'attività dei Gruppo fu indirizzata precipuamente allo scandaglio della letteratura organistica di ogni epoca e scuola, per lo più ignota al grande pubblico: era l'epoca in cui l'organo in Italia era considerato esclusivamente come strumento liturgico, nella chiesa, o di studio (con annessa prova di composizione), nei Conservatori di Musica. Il consenso del pubblico all'iniziativa fu crescente. Dal 25 al 27 aprile 1956 il Gruppo Frescobaldi organizzò le "Celebrazioni frescobaldiane" ad inaugurazione del restauro storico, il primo in Italia, dell'organo Antegnati (1581) della chiesa di S. Giuseppe in Brescia: vennero eseguiti, in integrale, i "Fiori Musicali" (1635) di Girolamo Frescobaldi, a cura di Luigi Ferdinando Tagliavini, che aveva anche diretto i lavori di restauro, (Messa della Domenica), Alessandro Esposito (Messa degli Apostoli), Angelo Surbone (Messa della Madonna), Giuseppe De Donà (Vespri della Domenica, degli Apostoli e della Madonna), con la partecipazione dei coro dei Seminario Diocesano diretto da don Giuseppe Berardi; il ciclo fu registrato dalla RAI e trasmesso in numerosi Paesi europei, attirando l'attenzione sui caratteri dell'organaria italiana classica e sui suoi strumenti. Con tale iniziativa il Gruppo Frescobaldi si poneva come protagonista della nascente Orgelbewegung italiana: dalla letteratura organistica l'attenzione si spostava allo strumento per realizzarla, con un ritorno agli originari criteri costruttivi artigianali dell'organo italiano classico, nel superamento dell'estetica degli strumenti di fabbrica. Dal 25 al 29 aprile 1959 il Gruppo Frescobaldi organizzò una manifestazione a carattere di festival, la prima del genere in Brescia, denominandola "Prima Settimana della Musica Barocca", con la quale venne posto il fondamento per la ricerca, la trascrizione e lo studio della produzione strumentale e vocale bresciana dalla fine del Cinquecento alla metà del Settecento. Di questo eccezionale avvenimento si è perduta ogni documentazione ufficiale; si ritiene perciò utile riportarne integralmente il calendario artistico: -25 aprile: prolusione di Francesco Flora sul tema "Introduzione al Barocco" (sala della Camera di Commercio); inaugurazione del restauro storico dell'organo Antegnati della chiesa di S. Carlo (1636): organista Anton Nowakowski; 26 aprile: prima ripresa assoluta degli "Affetti Musicali Opera Prima(1617) di Biagio Marini nella trascrizione di Riccardo Nielsen, esecutori: Giulio Franzetti, Anna Bonomelli, violini; Gilberto Manenti, violoncello: Luigi Ferdinando Tagliavini, cembalo; complesso dei flauti della Filarmonica di Varsavia (chiesa dei S.S. Cosma e Damiano); 27 aprile : inaugurazione del restauro storico dell'organo Bonatti (1714) di S. Maria in Valverde di Rezzato: organista Angelo Surbone; "La produzione cembalistica di G. Frescobaldi e del suo tempo": clavicembalista Ruggero Gerlin (salone di S. Francesco d'Assisi); 28 aprile: "La sonata per violino nel periodo barocco": violinista Giulio Franzetti, clavicembalista Raffaello Monterosso (salone di S. Francesco d'Assisi); "L'opera organistica e clavicembalistica di Domenico Zipoli: organista e clavicembalista Luigi Ferdinando Tagliavini (Chiesa Maggiore della B.V. delle Grazie); 29 aprile: "Il concerto grosso nel periodo barocco": Orchestra della Società Corelli di Roma (salone di S. Francesco d'Assisi)". Alla prima settimana Barocca aderirono i Comuni di Brescia, Ferrara e Prato, il Centro Studi Musicali "G. Frescobaldi" di Ferrara, la Discoteca di Stato di Roma; la RAI provvide a registrare l'intero ciclo, che fu trasmesso dagli enti radiofonici di Argentina, Belgio, Canada, Francia, Finlandia, Inghilterra, Germania Occidentale, Giappone, Grecia, Olanda, Polonia, Portogallo, Svizzera e Sud Africa. Nell'ambito dello spirito d'iniziativa del Gruppo Frescobaldi venne promossa, sempre nel 1959, la pubblicazione de "L'Organo, rivista di cultura organaria e organistica", con sede presso la Nuova Cartografica, il cui primo numero vide la luce nell'anno seguente, per la direzione dell'insigne organologo Renato Lunelli e di Luigi Ferdinando Tagliavini (la pubblicazione è tuttora operante, anche se trasferita presso l'editore Patron di Bologna). Presieduto da Ernesto Meli dalla fondazione sino al 1960 e quindi da Pier Luigi Bossoni (segretari prima lo stesso Bossoni, e dal '60 il M' Giovanni Ugolini), il Gruppo Frescobaldi ritornò alla normale attività concertistica negli anni 1960-1970, cessando poi ogni attività. Lo scopo promozionale organistico ed organario per cui era sorto poteva considerarsi sostanzialmente e felicemente esaurito: dall'esempio bresciano erano scaturite, più o meno direttamente, altri complessi con simili iniziative, prima in Lombardia e nelle regioni limitrofe, in seguito, via via, in ogni parte dei nostro Paese.
Fonti: Enc.Bs.

BRESCIA. Trio 'Romanini'. Fondato a Brescia nel 1998; composto da Schwarzberg Dora (violino), Brunello Mario (violoncello), Marengoni Sergio (pianoforte).
Fonti: Enc.Bs.

BRESCIA. Trio Luigi Campana (pianoforte), Giovanni Bignami (violino), Luigi Boni (violoncello).
Fonti: v. 'Campana Luigi' in 'musicisti'.

BRESCIA. Orchestra dell'Istituto musicale A. Venturi o del Conservatorio di Brescia.
Orchestra d'archi stabile dell'Istituto A. Venturi. Sorta nel 1938 con gli alunni dell'Istituto musicale A. Venturi di Brescia. Diretta da Franco Margola si sciolse nel 1942 per trasferimento al Conservatorio di Messina del suo direttore. Venne ricostituita nel 1959.
Fonti: Enc. Bs.; V. Brunelli, La musica a Brescia, in 'Il Bruttanome', 1963, p. 357.
Orchestra del Venturi - Orchestra 'I concerti del Venturi'. Nata nel 1949 ma ufficialmente attiva e costituita dal 1959 fu diretta da Luigi Manenti. Sino al 1967 eseguì in città e provincia numerosi concerti, memorabili i 'Concerti della domenica' e 'Un'ora di musica' eseguiti nel salone Da Cemmo. L'orchestra era composta da Valerio Pappalardo, Anna Storari, Anna Bonomelli, Giovanni Celeghin, Severino Scandella, Umberto Lechi, Dario Piccione, Renato Belponer, Giorgio Bar, Aldo Fioravanti, Giuseppe Foglia, Filippo Miserendino, Marcello Lama, Umberto Musiani, Aldo Papetti, Ermanno Boni, Vittorio Guidi, Ernesto Sala, Antonio Cagna, Paolo Marangoni, Leonardo Facchini, Gilberto Manenti, e molti altri musicisti bresciani e non.
Fonti: Enc.Bs.; L. Fertonani, Luigi Manenti. Il coraggio della musica. Un protagonista della vita musicale bresciana, Comune di Cazzago S. Martino-Fondazione Civiltà Bresciana 1999, p. 53 ss.; R. Zanetti-V. Pappalardo-M. Conter, L’istituto Musicale Venturi 1866-1966. Studi e appunti, Brescia, Comune di Brescia 1967, p. 71; 72 p. 92; 87.
Orchestra del Conservatorio di Brescia. Costituita nell'anno scolastico 1976-77 con gli allievi del Conservatorio fu diretta dai maestri Giovanni Ugolini, Mariatti, Parisi, ...
Fonti: Enc. Bs.
Orchestra e Coro del Conservatorio di Brescia.
Fonti: Enc. Bs. in 'orchestra' p. 76b.
Orchestra da camera del Conservatorio di Brescia.
Fonti: A. Mazzoni, Musica Sinfonica a Brescia, in BM, n. 94 (aprile 2005).

BRESCIA. Orchestra di Fiati del Conservatorio ‘Luca Marenzio’ di Brescia. Nata 2003 su iniziativa di Giovanni Sora.
Fonti: A. Mazzoni, Musica Sinfonica a Brescia, in BM, n. 94 (aprile 2005).

BRESCIA. Orchestra di fisarmoniche. Nata nel ? e diretta dal maestro Savoldi.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Omnia Orchestra. Diretta da Bruno Santori.
Fonti: A. Mazzoni, Un settore ricco di iniziative. Orchestre a Brescia, in BM, n. 127 (febbraio, 2012), p. 4.

BRESCIA. Orchestra d’archi 'Florentio Maschara' già 'Piccolo Complesso Bresciano'. Nata nel 1972 con strumentisti professionisti e non, insegnanti e consiglieri del Centro Culturale Musicale Bresciano di via Trieste 34. Diretta dal maestro Virginio Cattaneo ha partecipato a rassegne e concerti in città e provincia. L'orchestra era composta da Franco Bettera, Guido Calimeri, Laura Cattaneo, Paolo Cattaneo, Franca Ferrari, Ennio Frosio, Giovanni Lovisetti, Alberto Martinelli, Lisa Materzanini, Dario Piccione, Franco Pilotelli, Aldo Salvarani, Alessandro Sauda, Giorgio Visentin, Alberto Mor, Vera Pattini, Franco Fugazzola, Piergiorgio Gasparini, Angelo Maggini, Laura Trevisani, Giulio Venturelli, Carlo Turra, Gianni Bono, Silvia Grazioli, Marco Zoni, Marcello Lama, Franco Borgo, Felice Luscia.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Orchestra e Coro da camera 'Città di Brescia'. Costituita nell'aprile 1993 dal maestro Giovanna Sorbi e da lei diretta, si compone di giovani strumentisti in prevalenza bresciani allievi del Conservatorio.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Orchestra 'Ensemble Consonanze Armoniche'. Direttore Raffello Negri.
Fonti: INTERNET.

BRESCIA. Orchestra 'S. Cecilia'.
Fonti: 72 p. 63.

BRESCIA. Ottetto di fiati di Brescia. Costituitosi a Brescia nel 1987.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Paganini, Compagnia dei (Paganino) - Compagnia dei Paganini.
Fonti: Enc. Bs.; v. 'Fiameni fam.' in 'musicisti'.

BRESCIA. Piccolo complesso da camera bresciano. Nato nel 1952 e sciolto nel 1954; composto da Francesco Mascialino (fagotto), Ferruccio Francesconi (viola), Maria Trentini Francesconi (violino), Felice Luscia (violoncello), Ernesto Sala (contrabbasso), Renzo Trivella (clarinetto), Paolo Marengoni (corno).
Fonti: B. in 'Mascialino Francesco'; Enc. Bs.; V. Brunelli, La musica a Brescia, in 'Il Bruttanome', 1963, p. 357; Enc. Bs. in 'complessi'; 90 IV cap. XI.

BRESCIA. Piffari-Pifferi. Compagnie di suonatori attivi a Brescia dal sec. XIV al sec. XVIII.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Quartetto 'Elios'. Il quartetto "Elios" si è formato nel 1992 ed è costituito da musicisti bresciani che si sono più volte distinti tra i migliori allievi dell'Istituto Musicale cittadino e che vantano numerosi riconoscimenti artistici e collaborazioni con importanti realtà musicali italiane e straniere. Il quartetto ha già partecipato a diverse manifestazioni musicali in Brescia e provincia sempre riscontrando un'ottima accoglienza di critica e di pubblico. Il curriculum dei componenti del gruppo è molto nutrito: vincitori di concorsi nazionali ed internazionali quali Stresa, Saludecio, Vittorio Veneto, Romanini, si sono esibiti in importanti teatri e rassegna musicali italiane. Hanno collaborato e attualmente collaborano con l'orchestra "Gustav Mahler", "A. Toscanini" di Parma, i "Pomeriggi Musicali" di Milano, "Festival di Brescia e Bergamo", "Milano Classica", "Stabile" di Bergamo e "Filarmonica Italiana". Hanno inoltre effettuato tournèe in Italia, Stati Uniti, Francia, Svizzera, Spagna, Austria e Germania. Componenti: Laura Cuscito violino primo, Alberto Martinelli violino secondo, Monica Vatrini viola, Gabriele Miglioli violoncello.
Fonti: Enc. Bs.; Catt.

BRESCIA. Quartetto 'Baia del Re'. Gruppo strumentale costituitosi nel quartiere Baia de Re.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Quartetto 'Bartolomeo Bertolazzi'. Gruppo strumentale fondato a Brescia nel 1979 e sciolto 1982 diretto da Virginio Cattaneo.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. 'Quartetto Bresciano'. Fondato a Brescia nel 1914 e sciolto nel 1937 ca.; composto in anni diversi da A. Bignami, G. Francesconi, E. Amadei, A. Dall'Era, A. Ramorino, F. Hauner, G. Vatrini, G. Bignami, U. Lechi.
Fonti: Enc. Bs.; Enc. Bs. in 'complessi'.

BRESCIA. 'Quartetto Bignami'. Attivo a Brescia negli anni 1920 ca.
Fonti: v. Costanzo Gatta, Canossi. Vita e Opere, Roccafranca, Massetti Rodella, 2012, p. 271.

BRESCIA. 'Quartetto Francesconi'. Attivo a Brescia negli anni 1920 ca.
Fonti: v. Costanzo Gatta, Canossi. Vita e Opere, Roccafranca, Massetti Rodella, 2012, p. 271.

BRESCIA. Quartetto 'Brixia'. Costituitosi all'interno della 'Costantino Quaranta' negli anni 1930-1940; composto da Bortolo Gitti, L. De Chiara, Spartaco Dondelli, Abdelcader Bresciani, Aldo Chiodi.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. 'Quartetto Cameristico Italiano'. Fondato a Brescia nel 1995. Composto da Luciano Antonioli, Giorgio Tonelli, Giovanni Sora, Carlo Dusina.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. 'Quartetto d'archi di Brescia'. Fondato nel 1971-1975 nell'ambito del Conservatorio di Brescia. Composto da Carlo Perucchetti, Francesco Beschi, Giuseppe Perucchetti, Paolo Beschi.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. 'Quartetto di Brescia'. Fondato nel 1986; composto da Filippo Lama, Oliviero Ferri, Paolo Perucchetti, Silvia Bertoletti.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Quartetto 'Elisa'. Fondato nel 1992 in seno alla Fondazione 'Romano Romanini'.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Quartetto ‘Geraci’. Attivo negli anni 1955; composto da Piero Geraci, Nino Riva, Virginio Cattaneo, Giulio Bologna.

BRESCIA. Quartetto 'Gian Paolo Virchi'. Gruppo chitarristico fondato da V. Cattaneo nel 1979-1982.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Quartetto 'Haydn'. Quartetto d'archi fondato nel 1981 ca., composto da Ignazio Bogna, Carlo Perucchetti, Gianpaolo Guatteri, Paolo Perucchetti.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Orchestra 'Sinfonietta italiana'. Fondata a Brescia da Piercarlo Orizio e Umberto Fanni come 'Giovane orchestra da camera italiana' nel 1992. Composta da una trentina di elementi giovanissimi si esibisce a Brescia e fuori provincia con la collaborazione di solisti di fama nazionale.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Trio Accademia 'Luca Marenzio'. Fondato nel 1983; composto da Heinrich Strickler, Negri Raffaello, Giorgio Tonelli, Donghi Claudio.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Trio 'Ars Musicae'. Fondato a Brescia nel 1995; composto da Stefani Renata (Mzs), Stefani Lidia (flauto), Heger Simonetta (clav.).
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Quartetto 'Il Leggio'. Fondato nel 1978; composto da Luisa Folonari Materzanini, Giovanni Lovisetti, Per Giorgio Gasparini, Maurizio Lovisetti.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Trio 'Aurora'. Composto da Rossella Borsoni (violino), Marzia Saottini (violoncello), Emanuela Baronio (pianoforte); e a seguire il duo "Ond@ d'Arpa" con Barbara Da Paré e Michela La Fauci. Saranno esbiti i brani di Cecile Chaminade, Stephanie Curcio, Deborah Henson-Conant, Gail Barber, Teresa Careno, Pearl Chertok. Info: 030.2977325. 

BRESCIA. Trio Bresciano. Fondato a Brescia nel 1913; composto da Bignami Adele (violino), Bertoloni Eugenio (violoncello), Capitanio Isidoro (pianoforte) e altre formazioni; sciolto nel 1945.
Fonti: Enc. Bs.; Enc. Bs. in 'complessi' (trio Bignami-Mazzucchelli anni 1915).

BRESCIA. Trio d'Ance di Brescia. Fondato a Brescia nel 1990 ca.; composto da Mauro Pizzoccolo (oboe), Giorgio Tonelli (clarinetto), Polloni Fausto (fagotto).
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Trio d'Archi. Fondato a Brescia nel 2002 ca.; composto da De Angelis Francesco, Ranieri Luca, Laffranchini Sandro.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Trio di Brescia. Fondato a Brescia nel 1990 ca.; composto da Ranieri Mauro, Ranieri Roberto, Chimini Gerardo.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Gruppo 'Verdi'. Gruppo vocale-strumentale di operette attivo a Brescia negli anni 1970.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Gruppo strumentale 'Rara musica'. Fondato da Silvia Finali nel 1992.
Fonti: Enc. Bs.

BRESCIA. Quartetto ‘Nova’. Fondato nel 1983; composto da Pino Nova, Gigio Savasi, Gianpiero Bertossi.

BRESCIA. Quintetto Bresciano. Fondato agli inizi sec. XX; composto da Francesco Lauzi, Guglielmo Morgano, Luigi Bonfiglio, Lodovico Taini, Cherubino Piazza.
Fonti: Enc. Bs.

CAMPIONE DEL GARDA. Gruppo musicale ‘Il bandello’. v. 'Bande'.
Fonti: Enc. Bs.

CARPENEDOLO. Trio 'Ars Musicae'. Il Trio si è costituito nel 1995, ed è composto dal mezzosoprano Renata Stefani, dalla flautista Lidia Stefani e dalla pianista-clavicembalista Simonetta Heger, ognuna delle tre musiciste svolge, da tempo, una propria carriera personale sia come solista, sia in collaborazione con altri gruppi musicali ed orchestre. Il Trio "Ars Musicae" è nato con l'intento di proporre programmi di non cmune esecuzione, che spaziano dal barocco alla musica contemporanea e d'avanguardia. A questo proposito citiamo il compositore perugino Fernando Sulpizi, il quale ha dedicato alle componenti del Trio una sua opera su poesia dello spagnolo Ramon del Valle-Inclan. Il Trio "Ars Musicae" ha sempre ottenuto lusinghieri apprezzamenti e consensi di pubblico e di critica in tutte le località che si è esibito. Recapito: 02.9269808 - 030.969369.
Fonti: Catt.

CASTREZZATO. Brescia Wind Orchestra. Via Artigiani, 1 Castrezzato. Orchestra di strumenti a fiato costituitasi nel 2005. Refererente: Valseriati Flaminio. Direttore Davide Pozzali.
Fonti: bresciawindorchestra.it

CONCESIO. Ensemble d'archi 'N. Paganini'. c/o Beretta - P.O. Box 100 - tel.030.2751995 - Fax 030.2180414 - www.nonsololink.com/corelli/index.html
L'Ensemble Paganini si è costituito nel 1998 con lo specifico intendimento di affrontare il vastissimo repertorio che Nicolò Paganini ha dedicato alla musica da camera, in particolare alle composizioni che prevedono la presenza della chitarra. Con un lungo lavoro di ricerca ha scoperto interessantissime pagine ed in particolare alcune per violino e chitarra sconosciute al grande pubblico e che i suoi interpreti ripropongono per il piacere di queto genere di musica. E' formato da musicisti di professione che collaborano con importanti orchestre e gruppi cameristici nazionali. Formazione tipo: Laura Cuscito e Mauro Rovetta, violini; Alberto Martinelli, viola; Gabriele Miglioli, violoncello; Fabio Beretta, mandolino; Franco Beretta, chitarra e direzione.
Fonti: Catt.

CORTINE di NAVE. Band di Cortine di Nave. Fondata a Cortine di Nave nel 1945.
Fonti: Guerra Mauro, La banda musicale di Cortine e altre storie di musica della contrada di Nave, Nave, Tip. Olivieri, 2002, p. 15.

CORTINE DI NAVE. 'Little Band'. Complesso fondato a Cortine di Nave negli anni 1980 e diretto da Manza Costanzo.
Fonti: Guerra Mauro, La banda musicale di Cortine e altre storie di musica della contrada di Nave, Nave, Tip. Olivieri, 2002, p. 30.

COSTORIO DI CONCESIO. Diapason Ensemble.
Fonti: Ricordando Giulio e Gian Paolo Tonelli. Anno 2012. Concerti Celebrativi. USCI-Brescia, p. 90.

DARFO. Orchestra di Vallecamonica. Sede: via Razziche 5 - 0364.532904. L'Orchestra di Vallecamonica formata nel giugno del 1999 e gestita dall'Associazione Amici del Conservatorio di Darfo in collaborazione con il Conservatorio stesso, si presenta nel panorama musicale italiano come una realtà originale e innovativa.  I migliori docenti e diplomati del Conservatorio bresciano formano l'orchestra stessa, che si avvale pure della presenza di professionisti esterni di prestigio e collaboratori del Teatro alla Scala di Milano e di altri teatri iraliani. Intensi sono stati gli impegni in calendario ed in particolare modo quelli futuri che prevedono un ciclo di concerti sia in collaborazione con solisti, sia in formazione da camera e sinfonica, in Italia ed all'estero.
Fonti: Catt.

DARFO. Orchestra da camera 'Juvenilia'. Nata nel 1989 e formata da giovani strumentisti bresciani e bergamaschi allievi in buona parte del Conservatorio di Darfo. Diretta da Giacomo Puritani, si dedica soprattutto alla musica barocca.
Fonti: Enc. Bs.

DARFO. Corpo Vocale ed Istrumentale di Darfo. Fondato nel 1897.
Fonti: AA.VV., La Banda. Un secolo di musica-storia-cultura nella città di Darfo Boario Terme, Edizione Tipolitografica La Cittadina, 1988, p. 25 (con Statuto).

DARFO. Gruppo di ottoni ‘Girolamo Fantini’. Fondato a Darfo nel 1979 su iniziativa di alcuni componenti della Banda di Darfo che desideravano ampliare il repertorio musicale degli “ottoni”, riscoprendo e valorizzando le possibilità offerte da questi strumenti a fiato. Prese vita così, nel 1979, il “gruppo ottoni Girolamo Fantini”. Il gruppo con questa attività si propose di sviluppare un discorso culturale, contribuendo alla conoscenza e alla diffusione di brani e autori che difficilmente si potevano ascoltare, spaziando dal periodo barocco fino al contemporaneo. Tra i numerosi concerti eseguiti in questi anni ci piace ricordare la partecipazione al raduno di Pisogne del 23-9-1979, che segnò l’inizio dei concerti organizzati per i componenti delle bande (Iseo-Pezzo-Borgo S. Giacomo ecc.), e la collaborazione con i componenti della compagnia “Teatro per Lovere” nel l’allestimento dello spettacolo “L’affondamento del Titanic”. Per quanto riguarda l’attività nelle scuole, che fu sempre in primo piano, citiamo quanto ha scritto il prof. Antonio Puritani in un articolo sul bimestrale “Brescia Musica” n.11 del febbraio 1988 dove, sotto il titolo “Itinerario di lettura del linguaggio musicale”, su iniziativa portata avanti dal sistema bibliotecario Valle Camonica Centro Sud, leggiamo “… ma il concerto che ha dato risultati insperati, considerate le infinite richieste di bis, è stato quello tenuto a Gianico dal gruppo ottoni, “Girolamo Fantini” diretto da Vittorio Alberti, che ha coinvolto nell’ascolto guidato, al mattino gli alunni delle scuole elementari, quindi quelle delle medie e, alla sera, l’intera popolazione”. L’organico, nonostante l’alternarsi negli ultimi anni di vari strumentisti, era composto normalmente da 2 trombe, 1 corno, 2 tromboni, 1 basso Tuba a cui si aggiunse anche un percussionista. I primi fondatori furono l’attuale Maestro della Banda Vittorio Alberti sostenuto dai fratelli Gian Paolo e Guerrino rispettivamente con trombone, corno e trombone. Completarono il gruppo Angelo Miclini e Aureliano Bettoni alle trombe, Mariano Ducoli al 2° trombone ed Enrico Abondio al basso tuba. In seguito fecero parte del gruppo anche Anna Bonfadini al corno, Guido Poni al basso tuba, Danilo Alberti al trombone, Lorenzo Petenzi e Vittoria Vitali alla tromba ed anche la percussionista Carmen Pennati.
Fonti: AA.VV., La Banda. Un secolo di musica-storia-cultura nella città di Darfo Boario Terme, Edizione Tipolitografica La Cittadina, 1988, p. 122.

DARFO-BOARIO TERME. Orchestra da camera 'Antonio Vivaldi'. Nata nel 1987 a Darfo Boario Terme nell'ambito dell'attività della locale 'Accademia libera di musica A. Vivaldi' come supporto ai corsi internazionali di perfezionamento musicale organizzati dall'Accademia. Direttore stabile Silvio Maggioni di Piancamuno. I componenti dell'orchestra sono prevalentemente musicisti della Vallecamonica e variano di numero in base al repertorio.
Fonti: Enc. Bs.

DESENZANO. Gruppo 'Ander'. Gruppo composto da 13 elementi costituitosi nel 1978.
Fonti: 87.

FLERO. Orchestra 'Egmont'. Nata nel 1990 ca. e diretta dal maestro Frizza si compone di giovani strumentisti bresciani allievi del Conservatorio di Brescia.
Fonti: Enc. Bs.
Orchestra Sinfonica di Brescia, già Orchestra 'Egmont'
Fonti: Enc. Bs.

FLERO. Brass Ensemble. L’ 'Euphonium Brass Ensemble' nasce nel 2000 dalla volontàdel M. Matteo Verzicco di portare a conoscenza del pubblico musica originale per quartetto di ottoni. Il gruppo è formato da strumentisti diplomati ai conservatori “Marenzio” di Brescia e “Petrollo” di Vicenza, che hanno al loro attivo esibizioni in numerosi teatri locali e nazionali. L’organico è composto da un euphonium, due trombe, un trombone basso e a volte si avvale di strumenti complementari quali l’organo e le percussioni. Il repertorio spazia dalla musica colta rinascimentale a pezzi di autori contemporanei, nonchè jazz nello stile dixieland. L’originalità dei brani proposti e la conseguente voluttuosità melodica hanno avvicinato all’Euphonium Brass Ensemble numerosi estimatori e fatto scaturire considerevoli consensi. La scelta del nome Euphonium viene sia dallo strumento omonimo, l’eufonio (flicorno baritono), sia dal significato della parola eufonia: bel suono (Dal greco euphonia composto da: eu “bene, bello” e phone “voce, suono”); in particolare effetto gradevole prodotto dall’incontro di certi suoni nel corpo di una parola od in parole consecutive. Organico: Paolo Verzicco (euphonium), Matteo Verzicco (trombone), Marco Verzicco (tromba), Riccardo Zucchini (tromba).
Fonti: www.filarmonicaligasacchi.it

GAMBARA. Orchestra dell'Associazione parrocchiale 'S. Cecilia'. Direttore Francesco Andreoli.
Fonti: v. GB del 17.XII.2011; v. www.brixiacamerachorus.it

GHEDI. Gruppo 'Melody Quintet'. E' costituito da un gruppo di musicisti che, pur avendo una formazione classica, propongono un repertorio molto vario che spazia dalla musica del seicento ad autori sinfonici contemporanei, non disdegnando la musica per film e musicals. Il "Melody Quintet" è nato recentemente sui banchi del Conservatorio "Luca Marenzio" di Brescia ed è composta da Andrea Frosio al basso tuba, Marco Pellegrini ed Emanuele Cicinato alla tromba, Lara Morotti al corno e Diego Gatti al trombone. I concerti si sono svolti, per ora, solo nell'ambito bresciano.
Fonti: Catt.

LOVERE. Trio di Lovere. Fondato negli anni 1930 ca.; composto da Macario Giuseppe (pianoforte), Scalzi (violoncello), Giustini (violino).
Fonti: Enc. Bs. in ‘Macario Giuseppe’.

MAIRANO. Insieme Cameristico ‘Girolamo Frescobaldi’. Gruppo di ottoni di Mairano. Direttore Clemente Duni.
Fonti: 82 p. 82.

MALONNO. Fisorchestra ‘Giuseppe Verdi’. Gruppo di fisarmoniche nato nel 1995.
Fonti: INTERNET.

MONTICHIARI. Orchestra d’archi "Pellegrino da Montechiaro". Direttore M.° Luciano Fregoni.

OSPITALETTO. Gruppo 'La Cantina di Ermete'. Gruppo sorto nel 1977 e costituito da mandolino, mandola, violino, chitarre, flauti, percussioni. Esegue brani di propria composizione rielaborati della tradizione dialettale. Recapito: Daniele Cominelli - via IV Novembre, Ospitaletto.
Fonti: 87.

PADERNO FRANCIACORTA. Gruppo 'Piccoli musici'. Gruppo musicale fondato a Paderno Franciacorta nel 1995 formato dagli allievi dei corsi tenuti dal maestro Giuseppe Rizzolini.
Fonti: Enc. Bs.

PIANCAMUNO. Complesso Filarmonico Lombardo. Piazza G. Verdi 10 - 25050 Piancamuno - tel. 0364.591521. Nato nel 1976 è un gruppo strumentale e corale composto da 110 elementi fra strumentisti e coristi, solisti compresi.  Il Complesso ha un repertorio che spazia dal panorama lirico a quello sinfonico e dalla musica leggera al jazz facendosi così conoscere non solo in ambito locale, ma anche in vari centri dell'Italia settentrionale; ha tenuto oltre 350 concerti in vari centri d'Italia; ha realizzato 6 registrazioni in CD; Ha avuto l'onore di rappresentare la Regione Lombardia durante il Festival delle Regioni, tenutosi a Milano nel giugno 1992 con il concerto finale in piazza Duomo: La direzione e la concertazione del Complesso è affidata, fin dalla fondazione, al Maestro Silvio Maggioni, titolare della cattedra di clarinetto al Conservatorio di Musica di Brescia, direttore artistico della Libera Accademia di Musica "Vivaldi" di Darfo Boario Terme e responsabile della Edizioni Eufonia.
Fonti: Catt.; 82 p. 96.

PROVAGLIO D'ISEO. Gruppo 'I musicanti di Provaglio'. Sede: via Don Paolo Raffelli, 1 - 25050 Provaglio d'Iseo - Presidente: Sig. Angelo Bosio.
Fonti: Catt.

ROVATO. Trio 'Heinrich Strickler'. E' stato recentemente costituito da alcuni insegnanti della scuola di Armonia di Rovato allo scopo di diffondere musiche da camera di più rara esecuzione. I tre componenti svolgono da anni attività concertistica come solisti ed in varie formazioni cameristiche con prestigiosi riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale. Composto da Maratti Stefania (flauto), Tonelli Giorgio (clarinetto), Ferraresi Roberto (chitarra).
Fonti: Enc. Bs.; Catt.

SALE MARASINO. Quintetto 'Sciofar'. Quintetto di ottoni nato a Sale Marasino nel 1990, componenti: Bosio Ruggero (tr), Bardelloni Alberto (tr), Zaina Tiziana (cor), Gazzoldi Domenico (trb), Tondi Alberto (tuba).
Fonti: Enc. Bs.

SALO'. Orchestra Fratelli Bruni. Orchestra attiva nel sec. XIX a Salò e a Toscolano.
Fonti: B. in 'Bruni Giuseppe'.

VALLECAMONICA. Orchestra di fiati 'Gianandrea Gavazzeni'. Costituita nel 2003 e formata da strumentisti provenienenti da vari complessi strumentali bresciani diplomati a Brescia, Darfo e Bergamo, altri sono direttori delle stesse bande da cui provengono. Direttore e Presidente: Denis Salvini (2009). Componenti 50 ca.
Fonti: 82 p. 128: 84; 91; Orchestra di Fiati di ValleCamonica "Gianandrea Gavazzeni"

VALTROMPIA. Sidus Praeclarum Ensemble - Stella Splendente. Gruppo di voci femminili accompagnate da strumenti. Musiche dal XIII al XVII secolo. Ensemble fondato Febbraio 2008 L'Ensemble ha al suo attivo svariati concerti di musica principalmente sacra. Componenti: Letizia Barozzi (soprano, percussioni) - Tecla Guastalla (soprano, percussioni) - Edda Guastalla (contralto) - Marco Reoletti (violino moderno, violino barocco) - Gianluigi Corsano (tenore, organo) - Marta Perrini (chitarra) - Daniele Sberna (letture). Contatti: letizia.1987_1987@libero.it
Fonti: v. GB del 24.XI.2011 p. 77.

VOBARNO. Gruppo recital Vobarno. Costituito nel 1972 presso la Casa della Gioventù di Vobarno per iniziativa di don Arturo Viani, Pino Mongiello, Rinaldo Almici... Portò in scena testi e musiche originali di Mongiello e Almici. Venne sciolto nel 1976.
Fonti: Enc. Bs.

 

 

?. Quartetto 'Campanari'. Fondato nel 1888, composto da Leandro Campanari-Guarnieri-Andreoli-Vollmar.
Fonti: Enc. Bs.

?. Quartetto 'Edelweiss'. Fondato nel 1950 ca.
Fonti: Enc. Bs.

?. Quartetto Saxofonia-Nuovo Quartetto di Ance. Fondato nel 1973.
Fonti: Enc. Bs.

?. Quartetto ‘Stella’. Fondato nel 1956; composto da Stella De Zordo, Ruggero Fogazzi, Renzo Nicosia, Camillo Cinelli.

?. Quintetto 'Harmonia'. Gruppo di fiati fondato nel 1990 ca.; composto da Marco Zoni, Paolo Mandelli, Giovanni Sora, Luigi Bertuetti, Marzia Tonoli, Alberto Belli.
Fonti: Enc. Bs.

?. Quintetto ‘Boifava’. Attivo negli anni 1988; composto da Bruno Parmini, Franco Marchesini, Firmo Zucchi, Federico Gennari.

?. Quintetto ‘Cominassi’. Attivo negli anni 1949-1950 ss.; composto da Mario Chiesa, Angelo Zola, Cominassi, Enzo Dall’Asta.

?. Quintetto ‘Capitolium’. Gruppo di fiati.
Fonti: 82 p. 128.

?. Quintetto ‘Helicon’. Gruppo di ottoni.

Fonti: 82 p. 128.

?. Quintetto ‘Tofane’. Gruppo strumentale attivo negli anni 1972 ss.; composto da Manenti Golnago, Sergio Pietra, Pino Nova, Gianni Savoldi, Bruno Bar.

?. Quintetto ‘Tonoli'. Gruppo strumentale militare attivo negli anni 1957 ss.; composto da Giampiero Tonoli, Gianni Trentini, Motta, Livio Migliorini.

?. Trio 'Brescianini'. Attivo negli anni 1972 ss.; composto da Fausto Brescianini, Franco Pagani, ?

?. Trio 'Sebino'. Fondato nel 1926 ca.; composto da Scalzi Enrico (violoncello), Ramorino Angelo (violino), Macario G. (pianoforte).
Fonti: Enc. Bs.

? Gruppo polifonico strumentale LUX VIVENS.
Fonti: INTERNET.

?, ‘Soncino Percussion Ensemble. Direttore Giammaria Romanenghi.
Fonti: ‘Bresciaoggi’ del 15.X.2011.