....BRESCIA E LA MUSICA....

COMPLESSI DI MUSICA LEGGERA

Provincia di BS

BRESCIA (provincia). Geosinclinals. Una band come una telenovela, così si autodefiniscono i componenti del gruppo Geosinclinals, tutti originari della provincidi Brescia, dopo aver affrontato numerose separazioni ed essersi battuti più volte con la sfortuna. Michele Valotti ed Emanuele Coltrini, fondatori e ideatori nonché zoccolo duro del gruppo, si sono conosciuti nel 1992, anno in cui, all'età di 18 anni, hanno deciso di muovere i primi passi in ambito musicale. Solo pochi mesi dopo è avvenuto l'incontro, del tutto casuale in una pizzeria iseana, con il terzo componente della band, Pier Paolo Lissignoli, batterista già di una certa esperienza. Due ragazzi gardesani hanno completato il quintetto e, con questa formazione, il gruppo ha prodotto il suo primo lavoro concreto: un demo di quattro pezzi intitolato "It's another part of me", uscito nel 1996. Un grande entusiasmo, animato anche dal discreto successo del cd, ha fatto da propulsore per il massiccio lavoro successivo, grazie al quale i ragazzi hanno scritto e musicato ben 25 brani. Questo periodo di frenetica attività e il carattere esuberante dei due fondatori sono stati però la causa di una profonda frattura che ha portato, nel giro di poco, alla rottura: i due gardesani e Lissignoli hanno abbandonano il gruppo: Valotti e Coltrini, entrambi compositori, scrittori, voci e chitarra si sono ritrovati nuovamente soli. Un anno di riflessione e i Geosinclinals hanno ripreso il loro viaggio. E' ritornato il batterista iseano e la band si è ampliata e stabilizzata con l'arrivo di Michelangiolo Piccinali, rezzatese, al contrabbasso, e con l'idea originale di inserire un flautista, del quale il gruppo si avvale occasionalmente, non essendo membro fisso.  Il quintetto, così composto, ha prodotto e inciso il suo primo album, intitolato "Apologeo".
Fonti: Catt.

  BRESCIA-CHIARI. Orchestra Jazzistica Studentesca. Fondata nel 1940 operò sino al 1943 era animata da Vittorio Buffoli, pianista e arrangiatore del complesso, studente del Liceo di Chiari, sede staccata del Liceo 'Arnaldo' di Brescia. L'orchestra era composta da V. Buffoli, G. Merlo (clarino-chitarra), Ovidio Garrone (batteria), Carletto Bizzarri (tromba), Bruno Grazioli (fisarmonica), Guido Berlucchi (pianoforte).

Fonti: Enc. Bs.

 BRESCIA-MONTICHIARI. Targata Brescia. Complesso rock attivo nel secondo dopoguerra e negli anni 1969. Componenti: Gigi Daffini, Guido Minelli, Francesco Boschetti, Valerio Abeni, Bersotti, Ivano Rebustini, Umberto Rivarola, Giampaolo Ficara, Attilio Mariconti.

Fonti: 80 p. 135; Enc. Bs. in 'complessi' ('Targata Bresciana').

 CASTENEDOLO. Tuoni (The Thunders). Complesso rock nato a Castenedolo nel 1965 e sciolto nel ?; composto da Alfredo Dellaglio, Mario Berta, Aleardo Bottarelli, Giuseppe Gervasi.
Fonti: 80 p. 144.

CASTENEDOLO. New Ducks. Complesso rock costituitosi a Castenedolo negli anni 1960 ca. e sciolto nel 1968; composto da Roberto Roselli, Alfredo Fogliandini, Roberto Benaglio, Claudio Amadori, Armando Romiti.
Fonti: 80 p. 100.

CASTREZZATO. Half Dollars. Complesso rock costituitosi nel ? e composto da Pietro Cavalli, Giovanni Bonfadini, Raffaele Loda, Girolamo Bisighini, Nunzia Calabria, Rosario Puma, Giovanni Clerici.
Fonti: 80 p. 82.

CAZZAGO SAN MARTINO. Le Rocce. Complesso rock sorto a Cazzago San Martino nel 1963 e sciolto nel 1972; composto da Bruno Brevi, Sergio Brevi, Bruno Baresi, Angelo Zanini, Vittorio Rossi, Domenico Bellometti, Giuseppe Peri, Franco Moratti, Dario Terzi, Franco Pagani.
Fonti: 80 p. 121.

CELLATICA. Rangers. Complesso rock fondato nel 1965 e sciolto nel 1968; composto da Piero Castrezzati, Angelo Bonara, Emilio Gonella, Dino Della Fiore, Roberto Zanchetta.
Fonti: 80 p. 119.

CHIARI. Complesso jazz. Composto da Buffoli Vittorio, Berlucchi, Serina, Merici, Balestra, Luschi, Bellati, Rosola, Bontempi, Zani.
Fonti: Enc. Bs. in 'Jazz'.

COSSIRANO. Yankee. Complesso rock nato a Cossirano nel 1963 e sciolto nel ?; composto da Cesare Beccalossi, Domenico Tignonsini, Oscar Parolari, Tomas Zanotti, Orlando Bertoli.
Fonti: 80 p. 149.

DARFO-BOARIO TERME. Marco e i Lastmen. Complesso rock fondato a Darfo Boario nel 1968 e sciolto nel 1971; composto da Marco Ghirardelli, Roberto Zilioli, Enrico Zilioli, Riccardo Collordo.
Fonti: 80p. 95.

DARFO. ViandanteOrchestra. 15 ex allievi-allievi del Conservatorio di Darfo insieme ad altri giovani strumentisti ad unirsi nella ViandanteOrchestra”. Non a caso la scelta del nome evoca il desiderio di vivere la ricerca musicale come un viaggio attraverso l’ordito misterioso dei suoni, dove le note danzano mosse da un intimo sentire. Il direttore Piergiovanni Domenighini, motivando il significato del “Viandante” spiega come nel romanticismo, corrente alla quale si ispirano, tale simbolo fosse il rappresentante della ricerca umana verso l’infinito. La musica quindi come esperienza spirituale, come danza del cuore, come luogo privilegiato della poesia. La prima esecuzione in pubblico della “Viandante Orchestra“, dopo quattro mesi di lavoro preparatorio, si terrà a Corna di Darfo, questo giovedì 16 dicembre 2010, alle 20.30 presso la Chiesa dei Santi Giuseppe e Gregorio Magno. Saranno le note dei grandi maestri
Fonti: INTERNET.

GARDONE RIVIERA. Complesso del Vittoriale. Attivo fra il 1931 e il 1938.
Fonti: Enc. Bs. in 'complessi'.

GARDONE RIVIERA. Orchestra ‘Fiorini’. Orchestra attiva negli anni 1955, diretta da Fiorini.

GARDONE RIVIERA. Orchestra 'Hot Players'. Fondata e diretta dal chitarrista Piero Manenti nel 1946 ca. operò stabilmente al casinò di Gardone Riviera che funzionava come casa da gioco. L'orchestra era composta da Piero Manenti (sax e violino), Otello Verità (pianoforte), Renzo Trivella (sax e clarino), Luciano Romano (tromba), Italo Rizzardi (batteria), Dante Filippini (fisarmonica), Giuliano Bertazzi (canto) e si sciolse verso il 1950 ca.
Fonti: Enc. Bs.

GARDONE VALTROMPIA. Patriarchi. Complesso rock nato a Gardone Valtrompia nel 1964 e sciolto nel 1969; composto da Amleto Lucchini, Tony Alghisi, Ermiro Palmiri, Renato Svaner.
Fonti: 80 p. 111.

ISEO-PISOGNE. Cenomani. Complesso rock fondato a di Iseo-Pisogne e attivo dal 1963 al 1972. Componenti: Egidio Galli, Alfredo Manella, Lino Macario, Giuseppe Ghitti, Armando Troletti, Nello Bianchinello, Luciano Stefini.
Fonti: 80 p. 52.

LOGRATO. Tuareg. Complesso rock nato a Lograto nel 1967 e sciolto nel ?; composto da Aldo Savoldini, Elio Tomasoni, Vincenzo Gardoni, Franco Gardoni, Roberto Benedini, Vanni Cordoni, Gianni Bello.
Fonti:80 p. 144.

LUMEZZANE. Bobby e i Solitari. Complesso rock fondato a Lumezzane nel 1962 sciolto nel 1966. Componenti: Giuseppe Borgoni, Franco Borgoni, Battista Bontempi, Pino Seneci.
Fonti: 80 p. 46.

LUMEZZAME. Orchestra 'Gaia'. Detta anche 'Orchestra del liscio'. Fondata nel 1947 deriva il suo nome dalle iniziali dei nomi dei suoi fondatori: Giuseppe Arrigo, Ismaele e Amelio. Diretta da Giuseppe Galelli si esibiva la domenica sera al Villaggio Gnutti nel locale ' della Regina'. Composta Fiore Bossini (chitarra), Bortolo Belleri (fisarmonica) sostituito da Arrigo Polotti, Giuseppe Galelli e Ismaele Bianchi (sax), Giuseppe Sala (violino), Amelio Bossini (batteria), Gianna Falchi (cantante). L'orchestra si sciolse negli anni 1950 ca.
Fonti: Enc. Bs.

MAIRANO. Orchestra 'Preludio'. Costituitasi a Mairano nel 1978 come evoluzione dell'orchestra bresciana 'Richard Music'. L'orchestra era composta da Angelo Canipari (chitarra), Emilio Longhena (sax), Lorenzo Bianchi (flauto-mandolino), Gianfranco Gregorio (batteria), Stefano Trinca (tromba), Claudio Filosi (tastiere), Renato Mombelli (basso), Flora Pasolini (canto). Dedita al repertorio jazzistico e ballabile suonò un paio d'anni con il cantante Tony Dallara. L'orchestra si sciolse nel 1983.
Fonti: Enc. Bs.; 87.

MARCHENO. I 5 del Minotauro. Gruppo beat sorto nel 1964 ca. e sciolto nel 1968 ca., composto da Eustorgio, Enrico Conti, Alessandro Conti, Mario Chiesa, Corrado Catarina, Dante Bovi, Bruno Parmini, Ennio Corbucci.
Fonti: 80 p. 53; cfr. ‘Giornale di Brescia’, marzo 1968; Enc. Bs. in 'Orchestre Musica Leggera'.

MARONE. Opol River. Complesso rock sorto a Marone nel 1961; composto da Gianluigi Turelli, vi hanno fatto parte nel tempo Francesco Turelli, Silvio Guerini, Mario Bontempi, Silvio Raineri, Gianfranco Alzani, Fabio Ivaldi, Alfredo Castagna, Vittorio Rossi, Zelinda Troletti, Roberto Ziglioli, Angelo Zanini, Franco Moratti, Alfredo Laini, Luciano Laini, Francesco Milini, Fausto Milini, Carlo Mantegazza.
Fonti: 80 p. 106.

MONTICHIARI. Tagliapietre. Complesso rock nato a Montichiari nel 1965 e sciolto nel 1971; composto da Dario Bomè, Ezio Tagliapietra, Bruno Tagliapietra, Franco Conti, Mario Casnici, Bruno Armanni, Bruno Provezza, Ferdinando Ercoli, Gigi Tagliapietra, Valentino Mangeri, Ruggero Piva, Andrea Bonera, Rinaldo Schilingi, Paolo Boscarino.
Fonti: 80 p. 133.

MONTICHIARI. Piazza Garibaldi 6.
Fonti: Enc. Bs. in 'complessi'.

MONTICHIARI. Odissea. Gruppo rock monteclarense, attivo dal 1994, gli Odissea hanno una storia degna del loro nome. I problemi dovuti a incompatibilità caratteriali fra i componenti, infatti, sono stati molti e i membri della band si sono alternati in questi anni nei vari ruoli. Oggi, dopo aver perso lungo la strada due chitarristi, un bassista, un batterista e un percussionista, gli Odissea hanno trovato la stabilità, grazie al quartetto composto da Igm, nella veste di tastierista e di esperto di campionatori, Lodro (Paolo Lodrini), alla chitarra, Aperto, alla batteria ed Endi, voce. E sono stati proprio i quattro ragazzi appena citati che, con una buona dose di volontà, hanno strappato il gruppo al suo destino di cover-band, spinti dalla necessità di raccontare le proprie esperienze. Così si è iniziato a fare sul serio. L'agenda si è infittita di appuntamenti (apparire in pubblico, si sa, solleva il morale), è arrivata anche la vittoria in un concorso denominato "Musica e giovani", oltre a un terzo posto nella rassegna "Rock e i suoi fratelli". All'inizio del 2000, ha preso corpo anche l'idea di realizzare una registrazione e la scelta è caduta su dieci tra i 15 brani nel cassetto. La raccolta, intitolata "Odissea", testimonia l'indole agguerrita e alternativa di un gruppo uscito allo scoperto solo recentemente, ma già in grado di farsi apprezzare su più fronti.
Fonti: Catt.

OSPITALETTO. Angioletti. Complesso rock fondato a Ospitaletto nel 1967. Componenti: Gianni Stefanini, Ottavio Di Stefano, Aldo Bergamini, Roberto Abeni, Paolo Loda, Claudio Tregambi, Leandro Membrini.
Fonti: 80 p. 41.

OSPITALETTO. Leviti. Complesso rock sorto a Ospitaletto nel 1976 e sciolto nel ?; composto da Leandro Membrini, Angelo Favalli, Dario Rusconi, Emilio Archetti, Cesare Devers.
Fonti: 80 p. 87.

OSPITALETTO. Giunta Comunale. Complesso rock fondato a Ospitaletto nel 1969; composto da Giancarlo Pedrazzi, Renato Silvestri, Tristano Giambelli, Emilio Archetti.
Fonti: 80 p. 80.

PONTOGLIO-BRESCIA. Lychnis. Suonano insieme da cinque anni, sempre con la stessa formazione. I Lichnis, quattro ragazzi agli strumenti più una voce femminile, hanno fatto l'inevitabile gavetta tra buie cantine e feste paesane, ma fin dalle prime uscite ufficiali hanno avuto un discreto seguito e negli ultimi anni hanno calcato il palcoscenico anche come spalla a gruppi importanti in diverse manifestazioni. Nel '99 hanno inciso un mini album con sei pezzi, registrato allo studio Bosco di Pontoglio. Grazie a questo repertorio hanno superato le selezioni di "Rock targato Italia" e partecipato alla finale. Sempre nel ‘99, il 16 luglio, sono saliti sul palco con Giorgio Canali, chitarrista dei C.S.I.: in precedenza sono stati spalla dei Wolfango e ancora della Banda Bardot. E lo scorso anno, al campo sportivo di Pontoglio, hanno addirittura aperto il concerto dei Deep Purple, riscuotendo applausi dai fan della storica band. Il loro nome è quello di un fiore: Lychnis Flos Cuculi, conosciuto al tempo dei greci come "fiore del tuono". I componenti sono: "Tuzzo" Manenti alla batteria, Andrea Savoca al basso, Luca Manenti alla chitarra ritmica, Emilio Bertoli alla chitarra solo, la voce solista femminile è quella di Leda Rizzi. Provengono tutti dalla zona a cavallo tra le province di Bergamo e Brescia: Pontoglio, Grumello del Monte e Trescore Balneario e da un paio d'anni provano in uno studio nella nostra città.
Fonti: Catt.

ROVATO. Superstiti. Complesso rock nato a Rovato nel 1967 e sciolto nel 1971; composto da Mino Lamberti, Robi Bosetti, Egidio Bertuzzi, Franco Pagani, Nino Manenti.
Fonti: 80 p. 131.

ROVATO. Penny. Complesso rock nato a Rovato nel 1964 e sciolto nel 1972; composto da Francesco Milini, Adriano Gritti, Beppe Viola, Angelo Uberti, Pietro Bonara, Franco Pagani, Giuseppe Peli, Achille Gerola, Lino Cornali.
Fonti: 80 p. 112.

ROVATO. Vat 69. Complesso rock nato a Rovato nel 1968 e sciolto nel 1970; composto da Angelo Bonotti, Enrico Pignoloni, Angelo Castelverde, Silvio Remonato, Giorgio Baggio, Giuseppe Laurora.
Fonti:80 p. 145.

ROVATO. Facce. Complesso rock fondato a Rovato nel ?; composto da Giuliano Smaniotto, Giancarlo Romano, Battista Maffeis, Beppe Bonetti, Giancarlo Chiari.
Fonti: 80 p. 73.

SALO' ?. Hot Ander's. Orchestra fondata nel 1946 ca. dal chitarrista salodiano Italo Rusinenti che assieme a G. Merlo utilizzò per primo a Brescia il ponticello elettrico, detto anche sonorizzatore, invenzione degli ingegneri bresciani Ghelfi e Belardi. Al gruppo degli Hot Ander's appartenne anche Carletto Bizzarri (tromba), Mario Masi (violino e contrabbasso), Pino Nova, Tullio Forte (pianoforte), Vittorio Buffoli, Fausto Zizioli (batteria).
Fonti: Enc. Bs. in 'Orchestra Jazzistica Studentesta'; Enc. Bs. in 'Jazz'.

TRAVAGLIATO-OSPITALETTO. Minicross. Complesso rock nato a Travagliato-Ospitaletto nel 196? e sciolto nel 1974; composto da Oliviero Verzelletti, Guido Comunardi, Gianfranco Zugno, Beppe Maifredi, Danilo Franchi.
Fonti: 80 p. 96.

TRAVAGLIATO. Misteriosi. Complesso rock nato a Travagliato nel 1966 e sciolto nel 1972 ca.; composto da Giulio Faita, Paolo Bracchi, Antonio Ventura, Luigi Bertoli, Giulio Cadeo, Maurizio Ghidoni, Angelo Betella, Pier Gotti.
Fonti: 80 p. 97.

TRAVAGLIATO. Furie Rosse. Complesso rock fondato a Travagliato nel 1967 e sciolto nel 1971; composto da Giuseppe Coletti, Rosario Pedersini, Giovanni Mensi, Angelo Zorzi, Angelo Favalli.
Fonti: 80 p. 76.

TRENZANO. Le Aquile. Complesso rock sorto a Trenzano nel 1965 e sciolto nel ?; composto da Enrico Torri, Luigi Zotti, Gianbattista Ossoli, Ezio Caravaggi.
Fonti: 80 p. 43.

VALLECAMONICA. Marco & the Forrest. Complesso rock sorto in Vallecamonica nel 1963 e sciolto nel 1968; composto da Marco Ghirardelli, Danilo Ragni, Renato Foresti, Bruno Martinelli, Fabio Ivaldi.
Fonti: 80 p. 92.

VIRLE. Complesso 'West Band'. Complesso formato da 3 chitarre, un basso, una batteria. Referente: Flavio Papa, via Pietro Goini, 20 - Virle.
Fonti: 87.

?. Censura. È un gruppo in forte ascesa quello dei Censura, attivo dal 1992, ma solo da poco protagonista e autore dei suoi pezzi. Nei primi anni di attività infatti Silvano Canciani, Massimo Colosio e Alioscia Paradisi costituivano una cover band che aveva come intento quello di imitare gruppi di grande notorietà ed enorme attrattiva per le giovani generazioni come i Kiss, gli Iron Maiden e i Motley Crue. Dopo varie esperienze e numerose esibizioni in locali della nostra provincia, quando il feeling della band pareva ormai consolidato, la situazione subì un' improvvisa frenata e, forse per mancanza di stimoli, i tre decisero di intraprendere strade differenti. La momentanea separazione, durata due anni (dal 97 al 99), è forse stata la molla che ha consentito al trio di Chiesanuova di crescere e di credere di più nelle proprie possibilità. Nell'ultimo biennio infatti la trasformazione da cover-band a rock-band, ha stravolto una situazione nella quale i Censura stavano "stretti" e ha dato loro il coraggio e la voglia di esprimere sentimenti e idee attraverso canzoni create con le proprie forze. E così, scegliendo fra una decina di pezzi, hanno dato vita alla prima incisione della loro storia: tre brani usciti nel dicembre del 2000 in collaborazione con il fonico russo Vadim, già noto nell'ambito musicale per essere stato in varie occasioni al fianco dei Pooh. La determinazione e questa nuova ventata di entusiasmo, hanno poi portato i "Censura" a partecipare al famoso festival "San Remo rock e Trend 2001", rassegna nella quale hanno raggiunto la finale regionale. Altri brani, ormai in fase di rifinitura, costituiranno l'ossatura di un prossimo album per il quale Massimo, Alioscia e Silvano stanno lavorando con impegno.
Fonti: Catt.

?. I Musici. Orchestra fondata da Antonio Pedersoli, composta da tre violini (Massimo Pedersoli, Chiara Bassi, Alberto Martinelli), tre viole (Diego Iora, Giulia Bendotti, Maria Pizio), due violoncelli (Oliviero Testa, Marco Pennacchio), contrabbasso (Alan Cretti), flauto traverso (Elisabetta Pizio), oboe (Guglielmo Scarsi), pianoforte (Elena Quaglia). Cantante solista è Cristina Ravelli Damioli che sostituisce per qualche tempo Silvana Ducoli, pilastro del complesso musicale camuno. Direttore dell'orchestra e chitarrista solista Antonio Pedersoli.
Fonti: Catt.

?. Waja Maja. Contatti: wajamaja@numerica.it
Complesso proveniente dal lago di Garda, inizialmente formato alla fine degli anni 1990 da un trio composto dal cantante Marco Bortoli di Desenzano che ha trovato nel chitarrista Vladimiro Leoni (da Soiano) e nel percussionista bresciano Beppe Gioacchini i compagni d'avventura per un progetto il cui intento iniziale era quello di proporre un repertorio legato esclusivamente alla musica brasiliana d'autore, ma col tempo ha cominciato a farsi largo l'esigenza di creare un repertorio originale modellato sempre sui sopracitati punti di riferimento artistico. Con una formazione allargata a Massimo Saviola (basso), Arki Buelli (batteria), Renato Saviori (pianoforte) e Titti Castrini (fisarmonica) i "Waja Maja" hanno presentato un primo cd con il titolo dal nome della band e recentemente un secondo cd titolato "Vent".
Fonti: Catt.

?. I Nobili. Attivo negli anni 1971 ss. Composto da Aldo Chiodi, Filippo Tamantini, Ciro Gabriele, Giordano Pezzoli
Fonti: 80.

?. Duo 'Soleil Noir'. Il duo gardesano dei Soleil Noir, coerente alla sua filosofia e poco propenso ai compromessi con generi più commerciali, mostra un netto rifiuto per quasi tutto quello che la scena locale offre in chiave musicale. Ciro e Matteo infatti preferiscono percorrere la loro strada in completa autonomia, autoproducendosi e impegnandosi per raggiungere i loro scopi. Da poco terminata, la prima fatica è giunta a coronamento di un anno intero di lavoro e si è concretizzata con un album contenente otto brani che i Soleil Noir considerano rappresentativi del loro stile. Il sodalizio tra i due gardesani ha radici profonde: la storia della band infatti è iniziata all'incirca cinque anni fa quando Ciro e Matteo, assegnati ai compiti ben definiti di batterista e bassista, componevano un quintetto insieme con due chitarre e un vocalist. Qualche apparizione live, un album nel '98, e poi la rottura legata a incomprensioni di natura artistica. Dal '99 ecco i "Soleil" nella nuova veste di coppia tuttofare: aboliti i ruoli, ognuno può esprimere liberamente i propri sentimenti e le proprie idee.
Fonti: Catt.

?. Sweet Dream. Complesso rock; composto da Angelo Bonotti, Beppe Gozzini, Fausto Piantoni, Silvio Remonato, Roberto Grassini.
Fonti: 80 p. 132.

?. Topi di città. Complesso composto da Roberto Gatti, Ruggero Scalvini, Walter Davini.
Fonti: Enc. Bs. in 'complessi'.

?. Off. Complesso composto da Aldo Cantoni (voce), Andrea Cipani (basso), Santino Maioli (chitarra).
Fonti: Enc. Bs. in 'complessi'.

?. Tecla’s Band. Complesso composto da Vezzoli Andrea, Dalledonne Carlo, Caprettini Giorgio, Pancera Daniele, Fontana Alice, Bezzi Daniela (2003)

?. The Borsi Brothers. Complesso fondato nel 1973; composto da Giancarlo Borsi, Adriano Gritti, Cesare Orlandini, Ezio Ferrari, Franco Corini.
Fonti: Catt.

?. Trio ‘Fornaci’. Gruppo attivo negli anni 1951 ss.; composto da Tino Bertuzzi, Mario Nicosia, Rino.
Fonti: Catt.

?. Trio ‘Pistoni’. Gruppo attivo negli anni 1986 ss.; composto da Claudio Pistoni, Sergino Sala, Piero Pagliago, Lamberto Zanola.
Fonti: Catt.

?. Tragodia. La band dei Tragodia, pur essendo di recente formazione, si è già affermata all'attenzione del pubblico esperto e specializzato per l'originalità dei testi e dello stile proposti. Il gruppo suona un metal appartenente al genere Gothic, e si è formato nell'estate 1996 su iniziativa dei bresciani Francesco Lupi (chitarra), Lorenzo Marchello (basso) e Daniele Valseriati (batteria), ai quali si sono uniti presto due ragazzi di Orzinuovi: Carlo Salvoni (tastiera) e Giovanni Tragos Maffeis (voce). Nel luglio del 1997 il primo lavoro: la registrazione di un nastro che conteneva un solo pezzo: "Promo 97". Nel 1998 l'attività del gruppo si è intensificata con la stesura di nuovi brani e con l'apparizione in una ventina di concerti, tra cui la partecipazione a Metal Explosion, importante rassegna del genere, a fianco di gruppi blasonati quali i Mortuary Drape e i Distruzione. Sempre nel 1998, i Tragodia hanno vinto un importante concorso musicale bresciano (Deskomusic) che vedeva la partecipazione di una cinquantina di gruppi di vario genere. A giugno dello stesso anno è uscito "Dramas in Splendent Realms" (a sinistra la copertina), primo demo formato da quattro pezzi più intro e outro. Questo album ha ricevuto ottime recensioni sulle principali testate musicali italiane (Flash, Metal shock, Psycho) e su molte fanzines sia italiane sia estere. "Dramas in Splendent Realms" è stato anche top demo del mese sulla rivista Grind Zone del giugno 1999. Per qust'anno il gruppo ha già pronti altri brani.
Fonti: Catt.

?. Pace. Complesso attivo negli anni 1955 ss.; composto da Pace, Antonio Bazzoli, Emilio Minoia, Piero Geraci.
Fonti: 80.

?. Romano. Complesso attivo negli anni 1953; composto da Luciano Romano, Firmo Zucchi, Carlo Mengarelli, Pinchi.
Fonti: 80.

?. Radar. Complesso rock attivo negli anni ?; composto da Fausto Casali, Franco Zanetti, Antonio Cominelli, Paolo Giovanetti, Giuliano Pasotti.
Fonti: 80 p. 118.

?. Confidenziali. Complesso rock fondato nel 1960 e sciolto nel 1965; composto da Mimmo Saponaro, Franco Fedeli, Fulvio Ferrari, Cesare Verducci, Luciano Gnocchi.
Fonti: 80 p. 58.

?. Corrente di Ali. Nata nel 2000 la band “Corrente di Ali” esplora, attraverso canzoni e letture, il mondo musicale e narrativo di Fabrizio de Andrè. In un'ora e mezza circa vengono proposti brani noti e meno noti del cantautore genovese. Le canzoni sono intercalate da letture di testi (con sottofondi musicali) che evidenziano la chiave poetica di lettura del concerto. Questa rappresentazione ha riscosso in cinque anni di attività critiche favorevoli ed ottimi consensi di pubblico. Particolarmente apprezzata è la voce solista, sensibilmente vicina al timbro e alle modulazioni di De André supportata dalla raffinata dolcezza della voce femminile, nonché da un gruppo di strumentisti molto affiatati che fa del riarrangiamento dei brani il loro più significativo contributo artistico. Proprio dagli arrangiamenti e dalla struttura dello spettacolo emerge con forza il carattere di omaggio al cantautore genovese. Omaggio avvalorato dall'essere un'iniziativa assolutamente non speculativa del nome De André come testimoniano i compensi dei musicisti quantificati in funzione di una esclusiva copertura delle spese individuali sostenute per prove e concerti. La Band è composta da Alan Zamboni, Alessandro Adami, Glauco Pigoli, Fabio Dotti, Daniele Fusha, Massimo Moruzzi, Denise Pisoni.
Fonti: Catt.

?. Rigex. Da circa quindici anni in Italia, ma di origini inglesi, Jarry "Fenderbender" Dawson è l'anima rock della band hip hop dei Rigex ed è il promotore della fusione che, nell'anno appena trascorso, ha fatto nascere il quintetto nel cui organico ci sono due diciannovenni di Rodengo Saiano. Sulla scena dal 2000, infatti, il nuovo gruppo si è formato raccogliendo ciò che era rimasto (Fenderbender e Ray vox) dei vecchi Rigex, che facevano musica roboante a metà strada tra l'hard rock e l'heavy metal e un duetto di giovanissimi aspiranti rapper, alle prese con i primi esperimenti musicali: dj Stecco e dj Bonky. Il contatto tra le due formazioni, avvenuto per una collaborazione che doveva essere solo occasionale, ha finito poi per diventare l'inizio della fusione, cambiando completamente la struttura musicale delle due band divenute un mix denso di caratteristiche originali. E così, nel luglio del 2000, i quattro, affiancati dal nuovo arrivato "Zoso" al basso e dall'indispensabile Matteo Colli nella veste di tecnico del suono, hanno portato la nuova formula Rigex per la prima volta su un palco. Questa prova, testimone un Palatenda gremito in occasione della festa della birra, è stata la molla che ha scatenato entusiasmo ed energia nei componenti (in particolar modo nei più giovani) e ha confermato le speranze legate all'esperimento. Il lavoro che è seguito è stato interamente volto alla nascita di un demo che ha raccolto quattro brani realizzati con l'uso di sintetizzatori, suoni campionati, chitarra agressiva dai trascorsi trashs, basso puntuale e voci irriverenti. La band ha ora in cantiere una nuova raccolta e la costruzione di un articolato sito internet sul quale si potranno trovare tutte le notizie sul gruppo e sugli album futuri.
Fonti: Catt.

?. Silent Victory. Dai Silent Victory la musica è vissuta a 360 gradi; i sei componenti del gruppo infatti si dedicano con passione a molti generi senza discriminazioni, dalla classica al blues passando per il funky e il jazz. Le personalità dei ragazzi sono molto diverse tra loro e il modo di vedere la realtà molto distante: Marco Dinnella e Bruno Bonarrigo (tastiere e basso) frequentano il Conservatorio, Carlo Nazzari (chitarra) è un autodidatta convinto, Marco Minnella (voce) è un militare di carriera, Max De Carli (chitarra) un libertino giramondo reduce da 15 anni in Africa, Alessandro Bissa (batteria e cori) un intraprendente scrittore con vocazione da "solista". Allora che cosa li accomuna? Semplice, l'heavy metal.La band si è formata nel 1994 con il nome di Toxoplasma, in riferimento alla pericolosa e mortale malattia, con una formazione ben diversa da quella attuale. Dopo qualche tempo di prove ed esibizioni "live", a fianco di band più blasonate come gli Scisma, i Sadist, gli Aydra e i Detestor, grazie anche alle quali i musicisti bresciani hanno accumulato esperienza e sono diventati un gruppo vero iniziando a pensare a un primo lavoro discografico. Nel 1997 infatti, con il nuovo nome di Silent Victory, hanno prodotto un demo che, intitolato "And be no more" e composto da sei pezzi, ha rappresentato una piacevole sorpresa ottenendo gli elogi della critica e una discreta risposta dal pubblico. I due anni seguenti sono stati caratterizzati da notevole fermento: l'attività è proseguita con esibizioni "live" come il Metal Explosion, lo "Speed up your head festival" di Milano e con un nuovo lavoro di cinque pezzi, "Demo 1999", ma il feeling fra i componenti era nel frattempo svanito. I Silent Victory hanno così subìto una rivoluzione radicale perdendo tre elementi, ma acquisendone quattro e raggiungendo la formazione attuale con cinque strumentisti più il cantante. Oggi , a un anno di distanza dall'ultima realizzazione, il gruppo bresciano-mantovano sta preparando il lancio di un album per il quale sono previsti dieci brani, già scritti e musicati ma ancora in via di rifinitura.
Fonti: Catt.

?. Paladini. Complesso rock fondato nel 1959 e sciolto nel 1964; composto da Camillo Cinelli, Luciano Togazzini, Giuseppe Bocchiola, Maurizio Vergombello, Benito Tebaldini, Enzo Leuzzi, Antonio Mazzolari, Armando Leonardi.
Fonti: 80 p. 109; Enc. Bs. in 'Orchestre Musica Leggera'.

?. Novokaine. Il progetto Novokaine è nato nel 2002 quando tre ragazzi della provincia bresciana hanno deciso di portare a un livello creativo la loro profonda passione per la musica. Dopo varie esperienze in cover band, hanno sentito l'esigenza di un espressione musicale che andasse oltre i confini di catalogazione di genere cercando di lavorare su una personalizzazione della musica nel suono e nella forma pur mantenendo affinità con quella realtà underground che da sempre li aveva attratti. La formazione stabile del gruppo - Andrea Parolini alla chitarra e voce, Davide Bornati al basso e Dario Barrale alla batteria - ha lavorato diversi mesi in sala prove prima di proporsi al pubblico. Il 2003 ha visto l'ingresso dei Novokaine nella scena live bresciana sui palchi di festivals estivi e concorsi locali. Nell'autunno del 2003 il gruppo ha autoprodotto un cd demo contenente 4 brani cantati in inglese dove la malinconia di arpeggi indie si contrappone all'aggressività del post rock. La risposta di pubblico e critica è stata positiva e in breve i Novokaine hanno iniziato a esibirsi su palchi sempre più importanti, il Rolling Stone di Milano, il Freemuzik e il Trinity College di Brescia come support band di gruppi quali One Dimensional Man e Cut.
Fonti: Catt.

?. Nunc Bibendum est. I Nunc Bibendum Est (dal latino: ora bisogna bere) sono sei ragazzi provenienti dall'hinterland bresciano, tra i pochi che nella nostra provincia operano per promuovere il genere Ska cercando di strapparlo al ruolo precostituito di musica povera e ghettizzata. Il gruppo esiste da tre anni ed è rimasto recentemente orfano dei due sax: oggi è composto da alcuni ragazzi molto giovani, come Isaia (voce e chitarra classica) Alfredo (batteria voce) e Alessio (chitarra elettrica), ma anche da veterani come il bassista Rudi. Completano l'insieme, Stefano alle tastiere e Aldo nel ruolo di percussionista. L'impegno nell'avventura di gruppo, oltre ad aver portato la band a suonare in quasi tutti i locali aperti alla musica innovativa, ha consentito loro di togliersi alcune soddisfazioni. Nell'autunno del 99 infatti sono risultati vincitori della rassegna "Donne e motori", tenutasi all'Eib, alla quale partecipavano 50 gruppi; nell'estate del 2000, invece, in un concorso organizzato al Palatenda, hanno fatto onore al loro amato genere classificandosi quarti in generale e secondi fra i bresciani. E' dell'anno appena trascorso il loro primo lavoro, che comprende quattro brani fra i quali il singolo "John Lennon c'è", un pezzo pop dedicato al noto artista inglese che uscirà sulla scena fra brevissimo.
Fonti: Catt.

?. Exxencia Quartet. Quartetto il cui nome è stato dato dai componenti il gruppo unendo due parole per sintetizzare due semplici concetti ossia "experiencia" ed "esencia". Il quartetto è composto da Alessandro Tommasi alla chitarra, Luca Tononi alle tastiere, Massimo Filisetti al basso e Devis Tarolli alla batteria, tutti musicisti provenienti da diversi stili musicali, che con il loro "back ground" hanno dato vita ad un approcio spontaneo di un repertorio scelto con facilità.
Fonti: Catt.

?. Strafottenti. Uno più scontroso, l'altro più malleabile, comunque entrambi aperti e disponibili, Francesco "Impudent F" e Marco "Mark 5", costituiscono il duo che compone 'Gli Strafottenti', gruppo attivo nell'ambito della musica da parecchi anni. Nel 1994 infatti, primo anno sulla scena, le due "anime" della band, accompagnate da un bassista, affrontavano rivisitazioni di brani anni '60 in chiave punk e musiche di propria composizione molto spontanea e istintiva; nello stesso periodo è nato il primo lavoro, composto da 12 pezzi e intitolato "Estinguiamoci". Fantasia e spirito di iniziativa hanno permesso ai ragazzi di ritagliarsi il loro spazio nell'ambito musicale della provincia e hanno creato anche l'occasione di presentare alcuni brani in una trasmissione musicale con risonanza nazionale, condotta dal navigato Red Ronnie. Parallelamente è proseguita l'opera di composizione e, a distanza di due anni dal primo, ecco apparire il secondo demo-tape dal titolo "Logan 5". Recentemente poi, oltre ad aver affiancato in concerto gruppi più conosciuti, il duo animato da buona vena creativa ha incrementato il lavoro di produzione realizzando due raccolte: "Super GX" nel '98 e "I vermi" nel '99 . Quest'ultimo testimonia un'esplorazione continua di diversi territori musicali e la voglia evidente di muoversi e conoscere. Nei progetti futuri degli Strafottenti c'è l'arricchimento del sound complessivo, ora basato sulla voce e la chitarra di Marco e sulla batteria di Francesco, con l'arrivo di un nuovo bassista e, probabilmente, un ulteriore balzo verso musiche sempre più tecnologiche.
Fonti: Catt.

?. Orchestra ‘Billy e Bulli'. Orchestra di musica leggera attiva nel bresciano negli anni 1960-1970.
Fonti: Enc. Bs. in 'Orchestre Musica Leggera'.

?. Orchestra ‘Jack Pelling'. Orchestra di musica leggera attiva nel bresciano negli anni 1960-1970 con il chitarrista Ugo Pellini.
Fonti: Enc. Bs. in 'Orchestre Musica Leggera'.

?. Orchestra ‘I misteriani'. Orchestra di musica leggera attiva nel bresciano negli anni 1960-1970 con il violista Franco Pozzi.
Fonti: Enc. Bs. in 'Orchestre Musica Leggera'.

?. Orchestra ‘I robertini'. Orchestra di musica leggera attiva nel bresciano negli anni 1960-1970 con il batterista Roberto Carruba.
Fonti: Enc. Bs. in 'Orchestre Musica Leggera'.

?. Orchestra ‘I crazy devil's'. Orchestra di musica leggera attiva nel bresciano negli anni 1960-1970 composta da Sergio Franchini, Eugenio Damiani, Antonio Catarina, Anselmo Bonci.
Fonti: Enc. Bs. in 'Orchestre Musica Leggera'.

?. Orchestra ‘Four coolmen'. Orchestra di musica leggera attiva nel bresciano negli anni 1960-1970 composta da Giancarlo Iacovini, Raffaele Iacovini, Mario Zampedri, Antonio Mazzolari, Cisco Fattori.
Fonti: Enc. Bs. in 'Orchestre Musica Leggera'.

?. Orchestra 'I sonnambuli'. Orchestra di musica leggera attiva nel bresciano negli anni 1960-1970 composta da Costanzo Gatta, Luciano Arcuri, Cesare Verducci, Attilio Foti.
Fonti: Enc. Bs. in 'Orchestre Musica Leggera'.

?. Orchestra 'Swing-baby'.
Fonti: Enc. Bs. in 'Orchestre Musica Leggera'.

?. Orchestra 'Alfredo Facci'. Orchestra attiva nel bresciano negli anni 1950-1960. Alfredo Facci (fisarmonica) e capo orchestra.
Fonti: Enc. Bs. in 'Orchestre Musica Leggera'.

?. Orchestra 'Genzini'. Orchestra attiva nel bresciano negli anni 1950-1960. Attilio Genzini (violino) e capo orchestra.
Fonti: Enc. Bs. in 'Orchestre Musica Leggera'.

?. Orchestra 'Sorlini'. Orchestra attiva nel bresciano negli anni 1950-1960. Sorlini (violinista) e capo orchestra.
Fonti: Enc. Bs. in 'Orchestre Musica Leggera'.

?. Orchestra 'Davini'. Costituitasi alla fine della II Guerra Mondiale ebbe notevole successo a Brescia al locale Rimbalzello di Gardone Riviera. L'orchestra, sciolta nel 1950 ca., era formata da Mario Davini (trombone), Piero Maggi (pianoforte), Bruno Chiesa (sax e clarino), Ennio Frosio (sax e violino), Ettore Marchesi (tromba), Franco Facchi (contrabbasso), Vittorio Fasulo (batteria).
Fonti: Enc. Bs.