Alberti Laura (Santa Maria, Brasile 1905-Montichiari, 22.III.1971). Nata in Brasile da genitori bresciani (Montichiari) ha studiato al Conservatorio di Milano con Appiani e Fano, diplomandosi giovanissima in pianoforte. Dotata di una bella voce di soprano, si dedicò alla lirica sotto la guida dei maestri Tanara, Malatesta e Benvenuti. Debuttò a Palermo nell' 'Otello' a fianco di Stracciari. «L'Alberti è una di quelle poche Desdemone coscienti della parte e consapevoli appieno della importanza drammatica del personaggio. Oltre che possedere una magnifica ed espressiva voce di soprano lirico, l'Alberti è assai efficace nell'interpretazione scenica e, specie al IV' atto, fu veramente impressionante» ('Giornale della Sicilia'). In «Anima allegra» del Vittadini all'Arena di Pola «L'Alberti ha messo tutta la sua civetteria nel dare anima e vita alla brillante protagonista, ed ha riconfermato al pubblico di Pola le sue qualità di cantante in possesso di mezzi vocali ragguardevoli per calore, per timbro e per potenza». Cantò in molti teatri sempre con vivissimo successo, con un vario repertorio lirico: Comunale di Firenze, la Scala di Milano, il Massimo di Palermo, ecc. Si dedicò poi con particolare cura alla esecuzione di musiche da camera con il maestro Favaretto, cantando più volte alla R.A.I., alla Radio Svizzera: 'E' stata senza dubbio una delle migliori trasmissioni della stagione, sia per il programma eseguito che per la squisita interpretazione dell'artista Alberti' (da 'L'Eco di Locarno'). Anche a Milano, dove ebbe spesso occasione di farsi apprezzare, il giornale «L'Ambrosiano» ebbe a scrivere: « ... un concerto assai interessante, ne era protagonista una voce, quella di Laura Alberti, dal timbro vellutato e dalla ottima educazione fonica e stilistica. Nel suo repertorio vi erano anche opere di Mozart, Scarlatti, Gluck. L'Alberti visse molti anni a Montichiari, dove si era dedicata all'insegnamento della musica.

Fonti: B.

 

Abbreviazioni