Andreoli Arturo (Gambara, 1951). Diplomato in Clarinetto nel 1972 presso il Conservatorio "L. Marenzio" di Brescia, ha frequentato i corsi di perfezionamento di musica contemporanea tenuti da Harry Sparnaay e ha collaborato per alcuni anni, come strumentista (clarinetto basso e saxofono), con l'orchestra del Teatro Comunale di Genova. Nel 1977 si è laureato in architettura presso l'ateneo veneziano. Ha studiato poi composizione con Giancarlo Facchinetti e si è diplomato in Strumentazione per Banda al Conservatorio di Verona con Luigi Lombardi. Ha iniziato l'attività di maestro di banda - spinto dal M° Giovanni Ligasacchi - nel 1977 con la "S. Cecilia" di Manerbio (BS), portandola poi, nel corso degli anni, a un notevole livello musicale confermato da svariate affermazioni e riconoscimenti in campo nazionale. Nel 1981, in collaborazione con gli Amici della Musica di Gambara, ha ricostituito la storica banda musicale del paese e ne ha assunto la direzione artistica e musicale. Autore di marce, trascrizioni e arrangiamenti per banda, nel 1986 e nel 1989 ha vinto il 1° premio al Concorso Nazionale di Composizione per banda "Diapason d'argento" di Gonzaga (MN). Nel 1990 ha  fondato l'orchestra giovanile di fiati "Prisco Wind Ensemble". Con questa formazione, nel febbraio del 1991, si è classificato al 1° posto assoluto (100/100 e lode) al 3° Concorso Nazionale per fiati "Città di Genova" e in quell'occasione gli viene conferito il premio quale miglior direttore.
Dal 1980 al 1986 è stato chiamato dal  M° Giovanni Ligasacchi come suo vice presso l'Associazione Filarmonica "Isidoro Capitanio", banda cittadina di Brescia, assumendone in seguito - dal 1987 fino al giugno del 2000 - la direzione artistica e musicale. Con questa formazione ha continuato sulla strada dell'illustre predecessore ottenendo riconoscimenti significativi e importanti apprezzamenti in Italia e all'estero. Sempre attento alla valorizzazione del repertorio originale, nel gennaio del 2000, ha registrato con la "I. Capitanio" il CD "Musica sotto la Loggia" (stradivarius DAT 80023) contenente  brani originali per banda di compositori bresciani contemporanei. Dal 1999 al 2002 è stato presidente nazionale della sezione italiana della W.A.S.B.E. (World Association for Symphonic Bands and Ensembles). Membro di giuria in concorsi nazionali e internazionali ha collaborato con alcuni tra i più validi e apprezzati musicisti in campo bandistico, da ricordare: Eugene Corporon, Ronald Johnson, Franco Cesarini, Jo Conjaert, Dennis Johnson, Claude Decugis, Lorenzo Dalla Fonte, Claudio Mandonico, Angelo Bolciaghi, Michele Mangani, Giancarlo Aquilanti. Docente  per alcuni anni della Giovanile Orchestra di Fiati di Ripatransone (Marche) e delle due edizioni della "Settimana di studio per direzione ed esecuzione bandistica" di Fiuggi (Lazio), dal 2003 ha intrapreso un'intensa attività come consulente ed esperto presso varie associazioni bandistiche italiane curando con particolare attenzione il settore giovanile di cui è profondo conoscitore. A tale proposito, nell'aprile e nel luglio del 2007 è stato invitato dalla A.M.C. Aegusea Nuova "Vincenzo Bellini" di Favignana (TP) per tenere un articolato stage preparatorio finalizzato  alla creazione della banda giovanile - la Njcabanda - esibitasi poi in 2 concerti conclusivi particolarmente apprezzati. Attualmente, oltre all'attività di insegnante presso la locale Scuola Media, ricopre l'incarico di direttore artistico e musicale della Civica Banda "S. Cecilia" di Manerbio, della Civica Banda "Giuseppe Verdi" di Gambara e dal 1999 è consulente artistico e direttore ospite della Zoccoband di Erbusco.

Fonti: INTERNET.

 

Abbreviazioni