Vinaccesi-Vinacesi-Vinacese-Venacese Benedetto (Brescia, 1666 ca. [1670]-Venezia, 25.XII.1719). Compositore. Anche per il Vinaccesi gli estremi cronologici non sempre concordano secondo i vari scrittori; rileviamo le seguenti date: Valentini, 1670-1729; Rossi e Schmidl, 1670-1719. Fin da giovinetto amò la musica e studiò a Brescia sotto la guida di don Pietro Pelli, maestro di cappella in cattedrale, «religioso fregiato di molte virtù e nel canto e nel suono di vari strumenti eccellente». Il Vinaccesi in poco tempo acquistò grande abilità, per cui ebbe presto compensi e onori. Negli anni 1687 ca. è maestro di Cappella del Principe Ferdinando Gonzaga di Castiglione delle Stiviere e nel 1690 concorre senza successo al posto di organista della cattedrale di Brescia. Dal 1698 al 1715 ricopre la carica di maestro del coro delle orfane dell'Ospedaletto a Venezia, ed avendo acquistato fama notevole sia nel suonare l'organo, come nella composizione, veniva il 7 settembre 1704 eletto organista della Cappella di San Marco in Venezia con la paga di duecento ducati annui preferendolo ad Alvise Tavelli, ad Antonio Paulati, a Giammaria Martini, che gli furono competitori. In tale ufficio egli, per quindici anni, si distinse arricchendo la Cappella Ducale delle sue pregevoli composizioni, parecchie delle quali sussistono tuttora. Per una «muda di Motetti», che nell'anno di sua nomina ad organista, aveva dedicato ai procuratori, gli vennero da questi regalati, con decreto 19 giugno 1714, cento ducati, in testimonianza d'aggradimento delle sue lodevoli fatiche. Fu maestro di coro delle fanciulle dell'Orfanotrofio detto l'Ospedaletto. Francesco Caffi, nella Storia della Musica Sacra (cit., t. 11. p. 5 1) scrive che tra i maestri abilissimi di canto, Nicolò Turri, fu lodatissimo allievo dell'organista Vinaccesi. Scrisse non solo musica sacra ma anche per il Teatro, per concerti e per altre occasioni come si può vedere dall'elenco delle sue opere.

Opere principali.
OPERE TEATRALI:
- L'innocenza giustificata, dramma per musica (libr.: Francesco Silvani), Venezia 24.12.1698 - Venezia, Teatro Vendramino di S. Salvatore, 1699 - Mantova 1700 - Crema 1701 – Milano 1711 – Firenze 1734 (esempl.: Vc, Correr Busta 127.82 - Vgc, Rolandi 0650.15 - MIc L. 76)

- Gli amanti generosi, dramma per musica (libr.: Giovanni Pietro Candi), Venezia, Teatro Sant'Angelo, 1703 (libr. digitalizzato v. sito braidense)
VARIA:
- Sfoghi di giubilo per la nascita del Serenissimo Duca di Bretagna..., serenata a 4 voci (libr.: Pietro Roberti), Venezia, 21 giugno, 1704 (1705 ?) - Parigi, ?
- Chi è causa del suo mal pianga se stesso, pastorale a 4 voci (libr.: Francesco Arisi ?), Roma, 1697 (scritta per il card. Pietro Ottoboni)
- Là nelle verdi spiagge, cantata (libr.: Francesco Arisi ?), Roma, 1697
ORATORI:
- Li Diecimila martiri crocifissi (libr.: Aurelio Paolini), Brescia, 22 giugno 1698 (libr. digitalizzato v. http://www.braidense.it/risorse/dj.php?bib=IT-MI0185&ser=6&inv=60008491)
- Gioseffo che interpreta i sogni (libr.: Giovanni Battista Neri - MOe A 10), Modena, 1692
- Susanna (libr.: Giovanni Battista Neri, verseggiato da Giambattista Bettolino - MOe A 12), Brescia e Modena, 1694 (Partit.: MOe, trascr. Remo Crosatti)
- Il Cuor nello scrigno, (libr.: Francesco Arisi), Cremona, 13 giugno 1696 (festa di S. Antonio da Padova) - Venezia, 1696
- Gioseppe il casto, Modena-Serenissima Ducal Camera, ?
STRUMENTALE:
- Suonate da Camera a tre, Op. 1, Venezia, Giuseppe Sala, 1687 (Oxford Bodleian Library)
- Sfere Armoniche, overo Sonate da Chiesa a due violini, con violoncello e parte per l'organo, Op. 2, Venezia, Giuseppe Sala, 1692 (Vnm).
VOCALE SACRA E PROFANA:
- Una muda di motetti a due e tre voci, Venezia, Giuseppe Sala, 1714 (BO MCBM, ms.Mart.1.29 - trascr. Alessandro Casari)
- Messa a 8 voci e archi (Rli)
- Beatus vir, 4 voci e orchestra (Vfl)
- Si consurgis, 3 voci (BRs)
- Compieta, 8 voci, vl, bc (Vnm)
- Mensa dulcis et jucunda, cantata, 2T, B, bc (Vnm)
- vari mottetti ms a 2 e 3 voci in A, AOc (v. sito 'Catalogo nazionale manoscritti musicali'), Venezia, San Marco.
- L'arco fiero d'un occhio, aria, S, bc (BGc)
- Il Consiglio degli amanti, cantate da camera a voce sola, Venezia, 1688
v. anche Enc. Bs.; 17 maj./min; RISM; 59; ‘oratori’; ICCU musica.


Fonti: V.; B. (1670-1729); Enc. Bs.; 1; 2 (Vinaccesi Fortunato Nicola: 'venditore di carta rigata', 'cugino' di Benedetto; v. V. Nichilo, Fortunato Vinaccesi, vita, viaggi e passioni di un letterato da riscoprire, in CB, 1- 2 gennaio-giugno 2006), p. 272; 6; 7b; 32; 44; 60; 62; 64; 68; Michael Talbot, Benedetto Vinaccesi. A musician in Brescia and Venice in the age of Corelli, Oxford, Clarendon Press, 1994; Marco Bizzarini, Mottetti in Arcadia: per uno studio dell'imagerie poetico-musicale nel repertorio sacro d'inizio Settecento, in Barocco Padano 3, p. 247 ss.; M. Talbot, The Marcian Motets of Benedetto Vinaccesi, in Giovanni Legrenzi e la Cappella Ducale di San Marco, Firenze, Olschki 1994; Angela Romagnoli, La componente strumentale ne ‘La Susanna’ di Benedetto Vinaccesi, in Liuteria e musica strumentale a Brescia tra Cinque e Seicento, vol. II, pp. 333-353, Brescia, Fondazione CB, 1992; M. Talbot, The marcian motets of Benedetto Vinaccesi, in cfr. Giovanni Legrenzi e la cappella ducale di San Marco. Atti dei convegni internazionali di studi, Venezia - Clusone 1990, pp. 227-268, Firenze, Olschki, 1994 (Quaderni della Rivista italiana di musicologia, 29); M. Talbot, The Taiheg, the Pira and other curiosities of Benedetto Vinaccesi’s ‘Suonate da camera a tre’, op. I, in ‘Music & letters’, 75, 1994, pp. 344-364; Vittore Zaccaria, Benedetto Vinaccesi, profilo bio-bibliografico, in ‘Musica Sacra’, anno 86, serie II, anno 7 (1962) n.1, pp. 12-15; n. 3 pp. 86-89; nn. 4-5, pp. 119-125; Giorgio Chatrian, Il fondo musicale della Biblioteca Capitolare di Aosta, Torino 1985, p. 57.

Discografia:
- Mottetti (inc. ‘Gli Erranti’ per Stradivarius STR 33594)

Abbreviazioni